Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Modellisti Navali

Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 103377 messaggi in 3404 argomenti

Abbiamo 6490 membri registrati

L'ultimo utente registrato è elviejito 82


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Jolly Roger
    Jolly Roger
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Ariete Tigre
    Numero di messaggi : 537
    Data d'iscrizione : 02.01.10
    Età : 46
    Località : Novara

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Jolly Roger il Mar 06 Apr 2010, 18:58

    Ciao jp , innanzitutto come al soito complimenti per come stai realizzando il lavoro , non vedo l'ora di vederti alle prese con la riproduzione dello scafo in ferro ed altri particolari :-)), 3 cose mi interessavano sapere :
    1- In che scala è il modello ??? ho provato a rileggere ma non lo trovo :-(
    2 Come usi fare tu con l'angolo di quartabuono ??? lo calcoli sul disegno o lo provi direttamente sul modello con i listelli ???
    3 - Listellando lo scafo così velocemente non rischi che ti si storti lo scafo???


    Saluti , Davide
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Mar 06 Apr 2010, 20:12

    Ciao, Davide

    provo a rispondere alle tue domande :

    1) scala del modello : è il scala 1:100

    2) Angolo di quartabuono
    In genere uso un sistema che prevede innanzitutto il montaggio (temporaneo) delle ordinate sulla falsa chiglia, poi passando un listello esternamente, provo a riportare sulle due facce dell'ordinata la quantità di materiale che dovrebbe essere eliminata.
    Smontando poi l'ordinata, tolgo la parte eccedente con un piccolo cilindro di carta vetrata montato su un mandrino del trpanino Dremel e "scartavetro" con attenzione il materiale in eccesso, stando attendo a non toglierne troppo.
    Rimonto le ordinate, e riverifico con il listello, eventualmente risegno se c'è qualcos'altro da togliere e lo elimino con lo stesso sistema o con semplice carta vetrata.... e così via fino alla completa aderenza (o quasi) del listello sul bordo delle ordinate.

    3) No, la listellatura "veloce" non compromette l'allineamento dello scafo e della chiglia, in quanto uso sempre (come in questo caso) il "trucco" di bloccare le ordinate tramite i listelli orizzontali superiori che corrono lungo tutte le ordinate (i 4 listelli 3 x 10 mm che vedi sulla parte superiore delle ordinate)
    In questo modo l'intero scafo è già "rigido" fin dall'inzio.

    Ulteriore trucco è quello di fissare i primi listelli di fasciame lasciando lo scafo fisso sullo "scaletto" che lo tiene dritto e verticale.

    Spero di aver risposto chiaramente alle tue domande

    ciao ed a riscriverci rpesto

    JP
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Dom 09 Mag 2010, 20:39

    e buonasera a tutti gli amici del Forum

    dopo una scappata fatta oggi ad Euroma, putroppo breve, ma intensa per il piacere di aver rivisto volti noti ed aver conosciuto quelli di nuovi amici, condividendo con tutti idee, ipotesi, problemi e possibili soluzioni, (nonchè spero anche per loro il piacere della compagnia...) eccomi qui di nuovo per documentarvi sull'attuale stato del cantiere della MARIA PIA.

    ci eravamo lasciati con il fasciame in fase di stesura, e quasi completato, almeno fino al ponte di batteria... ebbene, per questa nave ho deciso appunto di allestore il ponte di batteria completamente e quindi dovrò necessariamente continuare "a piani" sovrapposti la costrazione della Maria Pia.

    Una delle caratteristiche salienti di questa nave era appunto l'estesa corazza in piastre di ferro (oltre che lo sperone pronunciato) che andava da prua a poppa, a cavallo del galleggiamento, per poi salire fino al ponte superiore "chiudendo" il ponte di batteria a centro nave in una specia di "scatola" corazzata in cui erano concentrate le batterie proncipali (i cannoni da 16 e 20 cm)

    Quindi, sopra al fasciame, ho necessariamente dovuto ingegnarmi per creare questa corazzatura... insieme al fatto che lo scafo della Maria Pia era anche esso in ferro e quindi la copertura in listelli necessitava di un trattamento per simulare i corsi di fasciame in ferro (per l'opera viva) e la corazza (per l'opera morta)

    Anche questa volta, per mio diletto e per "esperimento" ho voluto provare alcune tecniche nuove che vi descriverò di seguito...

    Prima di tutto, però, c'è stato il "trattamento" dello scafo in legno, con buon olio di gomito, rasiera, lama verticale e carta vetrata, fino a rendere lo scafo "abbastanza" liscio, ma con evidenti i segni dei chiodini (poi estratti) che avevo usato durante l'incollaggio.

    Per prima cosa, dopo aver cercato di rifinire al meglio il legno "puro", ho impiegato una spennellata di resina bicomponente (la stessa che uso per la creazione dei pezzi in resina da stampi in gomma) fino a creare una specia di primo "guscio" rigido intorno allo scafo
    Ovviamente non ho esagerato, in quanto poi il trattamento della resina avrebbe causato enormi quantità di polvere anche abbastanza fastidiosa per le vie respiratorie.

    Questa colata di resina l'ho quindi "rifinita" con raspa, lima, lama di rasiera e carta abrasiva, fino a tornare quasi al livello del legno. Nonostante tutto alcuni fori erano ancora visibili...

    Quindi ho usato una pasta di legno, spalmata sui fori, lasciata asciugare e poi scartavetrata... (forse avrei dovuto usare questa prima della resina) e decisamente l'effetto è migliorato, ed i buchi "da mitragliatrice" dei chiodini si sono ridotti di molto.

    A questo punto è nato il problema su come simulare i corsi d fasciame in ferro, nel tipico andamento "onterno-esterno" di queste costruzioni.
    Per fortuna avevo a disposizione delle sezioni della sorella della Maria Pia, la Castelfidardo, che mi hanno mostrato chiaramente l'andamento dei corsi di ferro.

    Ed allora ho cercato un materiale per fare questi corsi (sopratutto quelli in rilievo).. pensa che ti ripensa, ho trovato in un negozio di modellismo un nastro per mascheratura della Tamiya largo 10 mm e leggermente plastificato...

    A parte che questo nastro è ECCEZIONALE per le mascherature, la sua larghezza (10 mm) era di poco superiore a quella del fasciame originale (90 cm che in scala 1:100 sono 9 mm...) ed allora, ho deciso di utilizzarlo così come è.

    Mi sono disegnato sullo scafo a matita gli andamenti dei corsi di fasciame (da 10 mm) ed ho usato il nastro Tamiya per simulare i corsi in rilievo.
    Beh... signori... questo nastro è davvero eccezionale anche per questo, attacca bene sul legno e con una mano di vernice trasparente opaca si fissa in modo inamovibile....

    Poi sono passato alle piastre di corazzatura... Tutti i disegni che possiedo mostrano dei corsi di piastre di spessori differenti tra loro a seconda della loro posizione (100 cm, 45 cm, 55 cm,) ed allora ho deciso di usare anche qui una tecnica nuova. Siccome la corazzatura era appoggiata su un cuscino di legno, appoggiato sui corsi di fasciame in ferro, ho usato (a seconda della larghezza delle piastre di corazza) i seguenti materiali :
    * Nastrino adesivo di rame lago 4,8 mm e spesso 3 decimi di mm
    * Nastro Tamiya da 10 mm
    * Plasticard da 0,8 mm di spessore
    Il plasticard l'ho tagliato in corsi e l'ho inciso per le chiodature e le piastre affiancate.
    I due nastri, a seconda della loro larghezza, li ho prima incollati su dei listelli (4,5 mm, 6 mm, 10 mm) per tutta la loro lunghezza, e poi ho tagliato spezzoni di listello (con il nastro sopra) ed incollato questi con un mix di cianoacrilato e vinavil ai listelli sottostanti in legno.
    Poi, con un punteruolo smussato ho simulato le chiodature (non rilevate ma incise) delle piastre di ferro....

    Una volta sistemato tutto ho dipinto lo scafo in due colori : un rosso micalizzato acrilico Tamiya per l'opera viva ed un acrilico nero opaco (bricofer) per l'opera morta....

    Fatti gli ultimi ritocchi questa mattina, prima di Euroma...ecco le foto ...

    Ciao ed a riscriverci presto

    JP

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap31

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap32

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap33

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap34

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap35
    Albatros
    Albatros
    Ammiraglio
    Ammiraglio

    Maschio Gemelli Dragone
    Numero di messaggi : 2813
    Data d'iscrizione : 29.06.09
    Età : 56
    Località : Sant'Angelo Romano
    Umore : ma..... dipende

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Albatros il Dom 09 Mag 2010, 21:08

    Ciao JP, come al solito le immagini sono riccamente corredate di spiegazioni e descrizioni delle fasi costruttive.
    Oggi a Euroma mi accennavi di questi tuoi lavori, ma ora che ho visto le foto è tutto più chiaro.

    Mauro
    Ammiraglio
    Ammiraglio
    ADMIN Fondatore
    ADMIN Fondatore

    Maschio Sagittario Scimmia
    Numero di messaggi : 3547
    Data d'iscrizione : 26.06.09
    Età : 51
    Località : Roma
    Umore : se mi partono i 5 minuti......!!

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Ammiraglio il Dom 09 Mag 2010, 21:29

    Interessante vedere che il "punzone" che hai acquistato a Novembre,ha dato i suoi frutti!
    In questo modo la rivettatura,è decisamente più realistica.
    Inoltre,visto il lavoro,e se le immagini non ingannano,non "lamentarti" se alla prossima Manifestazione,(se farai partecipare il Modello),prenderai un altro Best di Categoria!!! Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 346837 Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 855371

    Ciao Rocco


    _________________
    "Non discutere mai con un idìota. La gente potrebbe non notare la differenza."(Arthur Bloch)

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Progre10 LEGGI IL REGOLAMENTO Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Spacermz

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Logo1wj
    caracciolo
    caracciolo
    Utente storico
    Utente storico

    Maschio Acquario Ratto
    Numero di messaggi : 1478
    Data d'iscrizione : 02.07.09
    Età : 35
    Località : napoli
    Umore : variabile

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da caracciolo il Lun 10 Mag 2010, 00:23

    bello jp stavolta non potrai dire che ha la prua sformata Very Happy
    mi chiedevo solo, a poppa si vede che dietro i portelloni le ordinate coprono il foro ma hai intenzione di mettere le mezzecanne in quel punto Shocked spero di no e che le rimuoverai in un secondo momento


    ciaooooo
    Jack Harrison
    Jack Harrison
    Moderatore
    Moderatore

    Maschio Bilancia Cane
    Numero di messaggi : 495
    Data d'iscrizione : 28.10.09
    Età : 25
    Località : Sul cassero

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Jack Harrison il Lun 10 Mag 2010, 10:09

    Complimenti vivissimi Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 855371

    L'effetto è veramente realistico. Che colori hai usato?
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Lun 10 Mag 2010, 10:27

    ciao a tutti

    per Caracciolo : quelle cannoniere, in effetti non erano portelli di cannoni, ma davano direttamente sulla zona degli alloggi ufficiali. Infatti erano finestrate (anche se chiuse poi da mantelletti come le cannoniere a centro nave)

    Pertanto, quando lavorerò quella zona, con la rimozione dell'ordinata, si vedrà solamente una finestra con le ante, chiusa su una zona nera e con l'interno nonn visibile.

    La stessa cosa sarà nella zona di prua... anche lì esternamente alla "scatola" corazzata che racchiudeva tutte le artiglierie a centro nave, erano posizionate delle finestre all'interno dei vani delle cannoniere.

    Quindi, niente mezze canne e niente canne, ma solo finestre sul "buio" :-)

    Per Jack Harrison :
    I colori che ho usato sono praticamente due :
    quello rosso (micalizzato, quindi praticamente metallizzato finissimo) è uno spray acrilico della Tamiya
    Quello nero opaco invece è un semplice spray acrilico che si compra in bombolette da BricoCenter o Leroy merlin...

    In effetti mi sto rendendo conto che l'effetto rosso metallico dell'opera viva è un pò troppo forte e stavo pensando di "smorzarlo" con del trasparente acrilico opaco, oppure coprirlo con un rosso spray acrilico (sempre Tamiya) definito "dull red" che dovrebbe avere una tonalità leggermente tendente al marrone.... forse più indicata per lo scafo di una nave da guerra...
    Ma ci penserò....prima devo fare un pò di prove su pezzi a parte
    ciao ed a riscriverci presto

    JP
    Jolly Roger
    Jolly Roger
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Ariete Tigre
    Numero di messaggi : 537
    Data d'iscrizione : 02.01.10
    Età : 46
    Località : Novara

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Jolly Roger il Lun 10 Mag 2010, 11:37

    a questo punto mi viene da chiedere , meglio verniciare a spary o pennello ??? quALI SONO LE DIFFERENZE??
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Lun 10 Mag 2010, 21:01

    dipende, Jolly.... dipende da molti fattori :

    superfici, tipi di colori, copertura che si vuole dare, abilità e manualità personale.

    Io, per esempio, con il pennello sono una capra...e preferisco dove possibile lo spray...

    ciao

    JP
    Jolly Roger
    Jolly Roger
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Ariete Tigre
    Numero di messaggi : 537
    Data d'iscrizione : 02.01.10
    Età : 46
    Località : Novara

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Jolly Roger il Lun 10 Mag 2010, 21:37

    ok , diciamo allora che l'esperienza fà da guida ... non mi è mai capitato di verniciare il legno a bomboletta , anzi , l'ultima volta che ho usato lo spray era per verniciare il "ciao" circa 20 anni fà :-)) , un giorno che mi capiterà una superficie un pò grossa proverò ..

    Saluti , Davide
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Mer 02 Giu 2010, 23:13

    Aggiornamento sul cantiere della Maria Pia (ma con foto non ancora aggiornate allo stato attuale)

    Come vi avevo accennato, la Maria Pia sarà realizzata a "strati", dato che ho deciso di allestire completamente il ponte di batteria nella zona creata all'interno del ridotto corazzato.

    dai disegni in mio possesso, si nota l'ossatura in ferro che nella parte inferiore, all'altezza del ponte, si interseca con il trincarino.

    Invece le due paratie corazzate verso poppa e verso prua, erano posizionate all'altezza della fine delle piastre corazzate che si vedono sulle murate esterne.

    In questo modo la "scatola" corazzata racchiudeva il ponte per la lunghezza di circa 22 cannoniere (portelli) mentre quelli rimanenti a poppa e prua davano luce su altre zone della nave, non corazzate.

    ho simulato l'ossatura in ferro interna della nave, grazie all'utilizzo di listelli di palsticard sagomati a forma di "T" che ho incollato con il lato piatto della "T" appoggiato all'interno della paratia.

    I disegni che ho a disposizione mi hanno dato la distanza tra i singole ordinate di ferro.

    Prima di tutto, però, ho incollato, a ridosso della murata interna, il trincarino, realizzato con un listello in noce di 2 x 4 mm, tagliato a pezzi e "giuntato" adeguatamente tra pezzo e pezzo, seguendo la curvatura della murata.

    Su questo, poi, ho incollato (anche sulla murata) tutti i vari spezzoni di listello a "T" fino ad arrivare all'altezza della paratia di poppa e prua.

    Queste anche sono state realizzate con plasticard su cui sono state incise le linee della pannellatura in legno esterna e sono state tagliate per i vani di accesso verso prua e poppa.

    Lungo tutte le aperture del ponte di batteria, ho incollato invece degli spezzoni di listello di noce, di 1x3 mm, tagliato a 45° alle estremità, in modo da "contornare" tutte le aperture.

    A questo punto (e qui mancano le foto) ho realizzato il ponte con listelli di tiglio di 3x1 mm, tagliati a spezzoni da 90 mm e posizionati lungo linee tracciate sul ponte, in modo da sfalsarli "uno ogni tre"

    Ne ho tagliato circa duecento o duecenticinquanta (ho perso il conto) ed ho simulato la calafatura spruzzando spray acrilico nero su 2 facce di "blocchetti" composti da un certo numero di listelli appaiati, ed inseriti in un alloggiamento aperto sopra e davanti che uso a questo scopo

    Poi ho posizionato ed incollato i listelli, coprendo in questo modo l'intero pinte di batteria (nella zona di interesse)

    prossimamente inizierò la rasatura e l'invecchiamento di questo ponte, per proseguire con tutte le strutture e gli acecssori interni.

    Ciao ed a riscriverci rpesto

    JP

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap36

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap37
    caracciolo
    caracciolo
    Utente storico
    Utente storico

    Maschio Acquario Ratto
    Numero di messaggi : 1478
    Data d'iscrizione : 02.07.09
    Età : 35
    Località : napoli
    Umore : variabile

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da caracciolo il Gio 03 Giu 2010, 01:31

    :face:
    magnifico
    da vicino mi devi spiega come fai a fare la listellatura di quella paratia facendo esaltare l asola tra le tavole
    sull alert ho tentato di fare lo stesso ma e venuto un effetto troppo omogeneo

    jp tu che sei un esperto del periodo mi serve una nave molto simile a questa con forma di scafo delgenere
    scafo in acciaio e legno con tre alberi molto svettanti cioe un ibrido perfetto tra le navi a vapore e navi a vela dove l alberatura non e sottodimensionata troppo
    ciaoooo
    Albatros
    Albatros
    Ammiraglio
    Ammiraglio

    Maschio Gemelli Dragone
    Numero di messaggi : 2813
    Data d'iscrizione : 29.06.09
    Età : 56
    Località : Sant'Angelo Romano
    Umore : ma..... dipende

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Albatros il Gio 03 Giu 2010, 18:09

    Ciao JP, tra le foto del modello e le spiegazioni che le accompagnano ci potremmo realizzare un manuale.
    Ottimo lavoro come tuo solido.

    Mauro
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Sab 12 Giu 2010, 11:51

    buongiorno a tutti gli amici del forum...

    ecco un aggiornamento sul cantiere della Maria Pia..
    L'ultima volta che ho scritto, le foto mostravano il ponte di batteria ancora non coperto dai vari listelli di tiglio che avevo tagliato a misura, per la ricopertura, e con la simulazione della calafatura realizzata con il solito sistema dei "blocchi" di listelli inseriti in un apposita "scatola" aperta e spruzzati con acrilico nero opaco spray..

    L'aggiornamento di oggi (con foto di questa mattina, tanto per farmi perdonare) mostrano il ponte completamente ricoperto con i listelli (nella zona che intendo comunque mostrare visibile dai boccaporti e dalle cannoniere).

    Usando il tiglio, il colore biancastro-rosato (che a me piace molto, tra l'altro..) non si intonava particolarmente secondo me a quello ch poteva essere un tavolato adatto ad una zona di un ponte coperto, in cui i danni da intemperie erano molto meno evidenti che non sul ponte superiore, e che comunque poteva essere un pò più "scuro" appunto del tavolato del ponte sovrastante.

    Avevo da parte un preparato (comprato tempo fa in un brico center) che altro non è che una vernice impregnante che dà al legno il colore del quercia chiaro... basta spargerlo con un pennello..aspettare qualche minuto e passare con uno straccio pulito per fissare il colore ed asciugare quel pò di trasudo che rimane..

    Più mani, date dopo qualche ora, permettono di rendere man mano il colore leggermente più intenso..

    E così ho fatto... ed ho passato in questo modo il prodotto, fino ad ottenere una tinta che (a mio avviso) potesse passare per quella giusta di un ponte di quercia.

    Ma a questo punto è ritornata l'antica voglia della nave "vissuta" (so che cos' facendo non parteciperò mai a gare della Navimodel...ma a me non importa... :-) ) ed ho cercato di renderla leggermente vissuta, tenendo conto che pur essendo una nave militare e quindi di regola ben tenuta, alcune aree del ponte sarebbero comunque state restie ad ogni tipo di pulizia...

    Ed allora ho sporcato il tavolato con un mix di caffè (fatto questa mattina appena alzato...miscela macinata a mano...) e di nero di seppia, con una punta di terra di siena.

    Le sporcature le ho applicate nei punti in cui, successivamente, sarebbero andate alcune sovrastrutture che presentano propensione allo sporco e più in dettaglio :
    * le aperture del passaggio delle catene delle ancore ed il percorso che la catena fa quando è in riposo o quando è in movimento
    * i portelli delle carboniere ausiliarie (sono 4 su questo ponte)
    * la zona dove andrà l'argano verticale
    * la zona poppiera, dove ci sono le aperture nelle murate per il passaggio di gomene e/o catene
    * la zona in cui è previsto andrà la cucina (stove) della Maria Pia
    * la zona intorno al piede d'albero

    Poi ho inziato ad allestire il ponte, partendo appunto dalle catene delle ancore, che vanno ad inserirsi in fori nella paratia corazzata di prua, per poi proseguire (nella realtà, non nel mio modello) negli occhi di cubia a prua.

    I disegni che avevo riportano che, verso la paratia, ci sono un paio di strozzatoi per il blocco della catena in caso di necessità... questi li ho fatti in plasticard, esattamente come le aperture del condotto delle catene che arrivano dal gavone delle catene che sono realizzati con sottili anelli di plasticard, tagliato e rastremanto internamente.

    il tutto è stato poi verniciato con del nero opaco, lasciato asciugare ed incollato al suo posto.

    Ultima cosa fatta, ma per mio sfizio, dato che non si vedrà per nulla, sono state le porte nelle paratie di poppa e di prua...
    Mi sembrava brutto lasciarle così vuote e senza modanature, ed allora ho preso delle striscioline sottili di carta e le ho incollatee sovrapposte l'una all'altra per realizzare una specie di "persiana" che ho verniciato con del marroncino chiaro... giusto per dare un riscontro all'intelaiatura lasciata bianca.

    Poi un chiodino di ottone, con il cambo troncato, è servito per le maniglie....

    il tutto incollato da dietro la paratia... le foto mostrano il risultato finale...

    Adesso si proseguirà con l'allestimento del ponte (argani, pompe, verricelli, paiolati, cucina e, sopratutto, artiglieri !!) e con la predisposizione per il ponte superiore...

    Alla prossima, allora, ed a riscriverci presto

    JP

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap39
    Il ponte prima della ricopertura

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap40
    La stessa zona ricoperta di listelli, invecchiata e con le catene posizionate


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap41
    La paratia di prua con le "porte" posizionate chiuse


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap38
    Il ponte completamente coperto e reso "vissuto". Si notano le aree più scure in prossimità delle componenti che producono sporcizia...
    Ammiraglio
    Ammiraglio
    ADMIN Fondatore
    ADMIN Fondatore

    Maschio Sagittario Scimmia
    Numero di messaggi : 3547
    Data d'iscrizione : 26.06.09
    Età : 51
    Località : Roma
    Umore : se mi partono i 5 minuti......!!

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Ammiraglio il Sab 12 Giu 2010, 12:09

    Questo Modello...mio caro....sarà oggetto di qualche altro Best of Class!!!
    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 855371
    PS:Mi piacerebbe vederlo dal vivo....tieni conto che il 18 di questo mese,ci sarà un bel incontro del Club alla manifestazione "Lungo er Tevere" dove come da 4 anni a questa parte c'è un nostro Stand con Modelli dei Soci e non solo (intendo i Mostri sacri del Modellismo)per l'innaugurazione della manifestazione (che durerà fino a fine Agosto)....magari ci possiamo vedere la Very Happy

    Ciao Rocco


    _________________
    "Non discutere mai con un idìota. La gente potrebbe non notare la differenza."(Arthur Bloch)

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Progre10 LEGGI IL REGOLAMENTO Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Spacermz

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Logo1wj
    Jolly Roger
    Jolly Roger
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Ariete Tigre
    Numero di messaggi : 537
    Data d'iscrizione : 02.01.10
    Età : 46
    Località : Novara

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Jolly Roger il Sab 12 Giu 2010, 13:52

    ciao jp , guardnando le foto da tè postate devo dire che ho pensato che stai eseguendo veramente un bel lavoro (come al solito ) e ti seguo con voglia , secondo il detto "impara l'arte e mettila da parte " però mi domandavo , "sei sicuro che la parte dell'impavesata con le aperture dei cannoni non vada verniciata di bianco??? " secondo un libro che ho sulla marineria dice che ai quei tempi era usanza appunto verniciare a quel modo , addirittura i mercantili usanvano lo stesso sistema per spaventare le varie piraterie ...


    Saluti , Davide
    caracciolo
    caracciolo
    Utente storico
    Utente storico

    Maschio Acquario Ratto
    Numero di messaggi : 1478
    Data d'iscrizione : 02.07.09
    Età : 35
    Località : napoli
    Umore : variabile

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da caracciolo il Sab 12 Giu 2010, 15:02

    ciao jp complimenti come sempre
    la gomena che passava attraverso la paratia
    hahahah
    se ti interessa jp ,mi pare che ho anche un modellino del sarracartena grosso dello stesso tipo a leva ligneo al museo al mare
    caracciolo
    caracciolo
    Utente storico
    Utente storico

    Maschio Acquario Ratto
    Numero di messaggi : 1478
    Data d'iscrizione : 02.07.09
    Età : 35
    Località : napoli
    Umore : variabile

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da caracciolo il Sab 12 Giu 2010, 15:10

    Jolly Roger ha scritto:ciao jp , guardnando le foto da tè postate devo dire che ho pensato che stai eseguendo veramente un bel lavoro (come al solito ) e ti seguo con voglia , secondo il detto "impara l'arte e mettila da parte " però mi domandavo , "sei sicuro che la parte dell'impavesata con le aperture dei cannoni non vada verniciata di bianco??? " secondo un libro che ho sulla marineria dice che ai quei tempi era usanza appunto verniciare a quel modo , addirittura i mercantili usanvano lo stesso sistema per spaventare le varie piraterie ...


    Saluti , Davide
    ciao davide quello che dici e vero ma sono consuetudini che vennero adottate prima dell avvento del vapore con questa corazzata
    non ce piu bisogno di spaventare
    cambiarono le colorazioni divennero piu uniformi forse per risparmiare o solo per consuetudine o perche magari erano colorazioni che erano piu resistenti alla ruggine o perche non era piu saggio far vedere dove era l armamento e di che entita era
    meglio lasciare alla sorprtesa
    ciao
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Sab 12 Giu 2010, 18:19

    ciao, Jolly

    come dice il buon Caracciolo, la verniciatura in bianco della murata, sullo spazio orizzontale che delinea le cannoniere, era utilizzato in un periodo differente, per quanto riguarda il naviglio da guerra.

    E' anche vero che la colorazione in bianco, con portelli neri, a ricordo delle vecchie "muraglie di legno" dei vascelli del '700 e primi '800 fu utilizzato molto anche nei grandi velieri a 3 e 4 alberi fino agli inizi del '900, ma soltanto (a quanto mi risulta) per scopi puramente estetici..

    Ci furono molti velieri (tra i quali mi viene in mente l'Archibald Russel) che in un periodo della loro vita operativa, furono colorati in tali "livree"

    In ogni caso, per la Regia Marina italiana, dal 1861 in poi, almeno per le pirocorvette e pirofregate, vennero utilizzati le livree così dette "vittoriane" che prevedevano l'opera viva generalmente in rosso, un filo bianco (ma non sempre) al galleggiamento, un'altro all'altezza del ponte superiore, l'opera morta in nero, le sovrastrutture in bianco e giallo ocra (a seconda della componente)

    Per quanto riguarda la Maria Pia, allego una foto del periodo

    Ciao ed a riscriverci presto

    JP


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 N0622-14
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Mar 13 Lug 2010, 21:31

    buonasera a tutti gli amici del forum

    è un mese esatto che non sono riuscito ad aggiornare il cantiere della Maria Pia, complice anche un periodo di lavoro e di viaggi all'estero particolarmente intenso.

    In questi ultimi giorni, però, anche approfittando del caldo (che non permette di andare fuori a passeggiare) ho cercato di dare "una botta" all'allestimento del ponte di batteria.

    Mentre sto ancora "colando" la resina nello stampo per le canne per poi fare gli affusti (ho deciso di farli in plasticard e poi verniciarli a simulazione del legno dipinto) ho messo mano ad alcune attrezzature che i miei disegni riportano :

    * Cucina (stove)
    * Argano verticale
    * Pompe di sentina
    * Ruote del timone con il rimando meccanico per quello che sarà contenuto nella torre corazzata del ponte superiore.

    Ho utilizzato per la maggior parte plasticard (fogli sottili, tondini, listelli, etc..) ed ho tornito in metallo la forma dell'argano, arricchita poi da particolari in plasticard.

    Andiamo per ordine :
    La stove (cucina)
    Mi sono basato sui disegni originali francesi di una cucina di una fregata di secondo rango francese del 1866, periodo più o meno equivalente a quello della Maria Pia.
    E' realizzata in modo più semplificato che non sui disegni originali, e comunque, in linea di massima, la disposizione dei fuochi e degli sportelli di caricamento carbone è quella dei disegni. Anche le misore sono risportate in scala 1:100... la cucina aveva circa 1,30 metri di lato ed era leggermente rettangolare. Era alta, da terra al piano di cottura 87 cm.
    L'ho costruita utilizzando fogli di plasticard e tondini, per poi simulare i fuochi circolari con punzoni tondi per incidere e tagliare una sottilissima lastra di rame.

    Ho dato una mano di fondo spray grigio tamiya, poi nero acrilico spray opaco, ed ho usato la tecnica del "pennello asciutto" per evidenziare in grigio ed ottone alcuni particolari che secondo me dovevano risaltare. Il tubo è molto alto, in quanto, dopo aver posizionato il ponte superiore, dovrà essere coperto da un'altro tubo con il terminale del camino della stufa.

    L'argano verticale
    Questo è stato più semplice...
    tornito da un tondino di ottone pieno, l'ho poi arricchito con le nervature verticale in plasticard bianco tagliato sottile ed incollato con cianoacrilato.
    Il disco sottostante è in plasticard inciso a sega tutto intorno per simulare i denti che dovevano bloccarsi negli "scontri" mobili a destra e sinistra.
    L'ho verniciato com primer Tamiya gricio e poi spray acrilico bianco opaco.
    Dipinte nervature a pennello con nero acrilico opaco e sporcato con grigio e color ruggine.
    La base è fatta da listelli in plasticard, tagliati e "rastremati" su due lati lunghi, in modo da creare la "gola" visibile tra ogni due listelli. Inciso dal basso il "bullone" alle due etremità di ogni listello con un punzone di acciaio, verniciato tutto con colore "gun metal" spray acrilico Tamiya, poi sottoposto a lavature di nero opaco molto diluito ed evidenziamento a pennello asciutto con colore grigio chiaro


    Le pompe di sentina
    realizzate grazie a tondini ed a striscette di plasticard, insieme a anelli di filo zincato arrotolato intorno ad una matita e poi tagliati a misura..
    Il tutto incollato con cianoacrilato
    Anche qui, primer grigio, poi colore spray nero opaco, velature in nero opaco e pennello asciutto in colori grigio chiaro e bronzo


    Le ruote del timone
    Queste sono realizzate nel mio solito metodo : plasticard sottilissimo tagliato a strisce ed arrotolato più volte (a più strati) su una forma circolare (ho usato il manico tondo di un vecchio cacciavite tagliato a misura)
    Incollato prima con cianoacrilato e poi spennellato con colla per plasticard, per ottenere una superficie ababstanza uniforme.
    Forato lungo la circonferenza, con una punta da 0,4 mm ed inseriti come raggi tanti piccoli spezzoni di ottone da 0,3 mm precedentemente resi dritti con una pinzetta.
    Infine, nel punto dove i raggi del timone convergono, due dischi di plasticard a destra e sinistra, con molta colla cianoacrilata gel per fare da "spessore" e collante tra i vari raggi.
    Con delle puntine di colla vinilica bianca, ho fatto i rigonfiamenti lungo i raggi del timone.
    Asciugato tutto, spruzzato con il solito primer grigio, e poi verniciato in nero opaco.
    Sporcatura finale con nero molto diluito e pennello asciutto con grigio ed ottone.
    L'esterno e l'interno delle circonferenze sono state trattate con colore ottone diluito e passato con pennello molto sottile.

    L'effetto è abbastanza accattivante... tenendo conto che, una volta installati i cannoni e chiuso il ponte superiore, si vedrà comunque molto poco di quanto realizzato.... ma la soddisfazione sta nel sapere che "qualcosa" là sotto, c'è.... :-)

    ciao ed a riscriverci presto

    JP


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap11

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap12


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap13


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap14

    caracciolo
    caracciolo
    Utente storico
    Utente storico

    Maschio Acquario Ratto
    Numero di messaggi : 1478
    Data d'iscrizione : 02.07.09
    Età : 35
    Località : napoli
    Umore : variabile

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da caracciolo il Mar 13 Lug 2010, 21:54

    :face:
    gianfini
    gianfini
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 875
    Data d'iscrizione : 18.06.10
    Età : 75
    Località : civitanova marche

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da gianfini il Mar 13 Lug 2010, 22:21

    L'effetto è abbastanza accattivante... tenendo conto che, una volta installati i cannoni e chiuso il ponte superiore, si vedrà comunque molto poco di quanto realizzato.... ma la soddisfazione sta nel sapere che "qualcosa" là sotto, c'è.... :-)


    [/quote]
    Concordo perfettamente con cio' che asserisci e complimenti per la realizzazione, davvero eccezionale.
    Ciao, gianfi
    Albatros
    Albatros
    Ammiraglio
    Ammiraglio

    Maschio Gemelli Dragone
    Numero di messaggi : 2813
    Data d'iscrizione : 29.06.09
    Età : 56
    Località : Sant'Angelo Romano
    Umore : ma..... dipende

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Albatros il Mer 14 Lug 2010, 21:33

    Ciao JP, era un pò che non ti facevi vivo, ma vedo con piacere che il lavoro prosegue ed alla grande.
    Grazie per le spiegazioni che accompagnano ogni tuo lavoro.

    Mauro
    JP
    JP
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Gatto
    Numero di messaggi : 690
    Data d'iscrizione : 15.10.09
    Età : 56
    Località : Roma
    Umore : Dipende dall'aereo che prendo...

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da JP il Ven 16 Lug 2010, 22:43

    buonasera a tutti gli amici del forum...

    come detto nell'ultimo post, il proseguo dell'allestimento del ponte di batteria è costituito dalla costruzione della... batteria (di cannoni)...

    Per la costuzione delle canne, ho utilizzato il mio solito sistema di realizzare il legno tornito la canna, e da questa ricavare uno stampo in gomma soliconica per poi colare la resina e ricavare un certo numero di copie in questo modo.

    Ho quindi tornito un tondino di noce, prendendo (e semplificando legegrmente) le dimensioni di un pezzo di artiglieri della Regia Marina del 1861-66 che avevo in scala 1:20 in un libro dell'Ufficio Storico della Marina.

    Questo riportato in scala 1:100, è servito come base (appunto semplificata) per la tornitura e la realizzazione del master in legno.

    La canna tornita non ha gli orecchioni, per evitare di creare dei pericolosi sottosquadra nello stampo e rovinare, in questo caso, le canne colate in resina.

    Perciò, una volta colate e lasciate asciugare tutte le canne, per la realizzazione degli orecchioni, ho costruito una dima per aiutarmi nella foratura.
    La dima è stata fatta con una "scatola" di legno, che racchiude esattamente una canna tenendola dritta orizzontalmente, e sulla cui parte chiusa superiore presenta un foro all'altezza dell'orecchione.

    Per la foratura, inserisco la canna nella scatola, e con un minitrapano a mano, con una punta adatta, foro la canna utilizzando il foro superiore come guida...

    Ho poi usato degli spezzoni di tondino di plasticard per inserirli nei fori, per creare gli orecchioni. Il tondino è incollato al suo posto con della colla cianoacrilica gel.

    Gli affusti, invece, li ho realizzati in plasticard, tagliando i due lati separatamente e poi montandoli con i "fondi" a misura, in un'altra dima che mi permette di incollare i fianchi degli affusti ed i fondi mantenendo la corretta inclinazione degli affusti ed il parallelismo rispetto alla linea superiore.

    Incollando con qualche punto di cianoacrilato, ho poi "spennellato" con cura le giuntire interne all'affusto con colla liquida per polistirene che ha "saldato" tra loro i vari pezzi.

    Finita l'asciugatura dell'affusto, ho poi fatto 4 fori per gli anelli di ritenuta, che ho realizzato con del filo di rame da 0,25 mm, chiuso ad anello ed incollato il gambo di questo dentro i fori con dei punti di colla cianoacrilata.

    Rimane ora da verniciare adeguatamente tutti gli affusti e le canne, dargli il giusto grado di "vita vissuta" ed arricchierli con la braga principale ed i paranchi di ritenuta, mentre saranno incollati al loro posto, cercando di trasmettere l'aria "guerresca" di questa pirofregata corazzata....

    Allego qualche foto (scusate la scarsa qualità) della realizzazione dei cannoni al momento

    Ciao ed a riscriverci presto
    JP


    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap15

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap16

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Mariap17

    Contenuto sponsorizzato

    Pirofregata Regina Maria Pia - 1862 - Pagina 2 Empty Re: Pirofregata Regina Maria Pia - 1862

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun 21 Set 2020, 17:12