Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 95571 messaggi in 3087 argomenti

Abbiamo 6229 membri registrati

L'ultimo utente registrato è Lia86


    Sovereign of the Seas

    Condividi
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Dom 22 Ott 2017, 19:38

    Spero di non annoiare troppo proponendo un topic che sarà già stato presentato chissà quante altre volte.
    All' inizio della mia esperienza modellistica, una delle più grandi ambizioni era quella di arrivare un giorno ad affrontare il cantiere della mitica Sovrana dei Mari e ora, con non poco timore e sempre confidando nel prezioso supporto degli amici del forum, mi accingo a dar vita a questo nuovo lavoro.
    Ecco allora i primi embrioni che vi voglio illustrare con il contributo di alcune foto:
    - La chiglia e le prime ordinate: personalmente evito di eseguire pre-assemblaggi a "blocchi" che rendono estremamente difficoltoso il successivo  allineamento. Senza scaletti di montaggio io assemblo l' intera chiglia sdraiando gli elementi su una superficie perfettamente piana come ad esempio il  piano di un tavolo di cristallo, tecnica semplicissima ma di una efficacia senza confronti!
    - Trincarino, bagli,  i primi due ponti inferiori e la struttura poppiera.
    - La lancia, costruzione che a discapito delle sue ridotte dimensioni è risultata particolarmente ostica ma anche di una certa soddisfazione.
    E qui sono per il momento arrivato, e  per ora un grande saluto a tutti coloro e non che mi faranno compagnia in questa traversata


    .
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 639
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 23 Ott 2017, 09:08

    Ottima partenza Giancarlo,
    poi se in corso d’opera apporterai (in riferimento al periodo storico) documentabili correzioni ai piani … otterrai veramente la “tua” Sovereign of the Seas.
    Ti seguo con interesse
    Buon Vento
    Giorgio45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1801
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Laerte il Lun 23 Ott 2017, 18:00

    Eccomi, presente!
    Non potevo mancare al tuo appuntamento con uno dei capolavori dell'arte navale.
    Ti seguirò con grande interesse e, spero, rendendomi utile. Per il momento mi voglio complimentare con te per la scialuppa che trovo molto bella.
    Buon lavoro e ovviamente
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    cantierimodellinavali
    Admin
    Admin

    Maschio Leone Cane
    Numero di messaggi : 2668
    Data d'iscrizione : 17.10.11
    Età : 59
    Località : Roma
    Umore : Tranquillo

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da cantierimodellinavali il Mar 24 Ott 2017, 13:29

    Giancarlo,

    Un'altra Sovereign ... benvenuta!

    ...Spero di non annoiare troppo proponendo un topic che sarà già stato presentato chissà quante altre volte...

    è vero è stata presentata numerose volte (anche la mia ancora incompiuta) in diverse sfaccettature
    ma un cantiere di questo tipo, una miscela di tecnica ed arte non annoia mai!
    Mi affianco agli altri amici che ti hanno già risposto.

    Buon inizio e buon prosieguo.


    _________________
    marco  
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Dom 17 Dic 2017, 19:13

    Ciao amici,
    è passato un po' di tempo ma sinceramente confesso che la posa del primo fasciame della Sovrana non è stata , almeno per me, uno scherzetto da niente, in particolare mi riferisco alla forma avvitata del fasciame in corrispondenza della poppa. Altra difficoltà è stata il gestire per la prima volta un materiale particolarmente ostico come il bamboo con il quale sono fatti i listelli: grande flessibilità ma fragili alla chiodatura il che richiede  una preforatura per ogni chiodo, pena la rottura del listello.   Comunque fino a qui ci sono arrivato e allora posto la mia "interpretazione" e colgo anche l' occasione per chiedere un consiglio: a breve, dopo aver completato la restante posa sull' opera morta, dovrò procedere alla levigatura con la necessità anche di qualche stuccatura.
    Allora il quesito è questo, meglio stuccare subito e poi procedere alla carteggiatura o è meglio dare una prima sgrossata, stuccare e quindi completare il resto del lavoro?
    Anticipo il mio grazie a coloro che mi possono dare qualche suggerimento.



    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 601
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 80

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da cervotto il Dom 17 Dic 2017, 20:59

    Lisciare, stuccare, lisciare di nuovo , stuccare ancora e ri-lisciare fino ad avere una superfice ben levigata, senza asperità e aperture. un modellista per fare un buon lavoro deve avere pazienza e cercare di ottenere il meglio possibile. lo metto spesso come esempio; dal relitto che trovai con molta pazienza, lisciature, tempo e calma ottenni La Phenix, manca ancora il trasparente di protezione nella parte superiore.

    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2906
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Walkyrja il Dom 17 Dic 2017, 21:15

    Dal mio punto di vista non è stata una buona idea inchiodare il primo fasciame, carteggiarlo diventerà di gran lunga più complicato e ci sarà il rischio che sul secondo, una volta incollato, ci siano delle imperfezioni lungo le ordinate. Dovrai far entrare i chiodini più interni per carteggiare e per non avere delle gobbe sul secondo fasciame.
    Per la riuscita della posa però nulla da dire, è un ottimo lavoro, solo fammi capire, perché poi hai tolto la chiglia a lavoro finito? scratch


    _________________
         
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 639
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 18 Dic 2017, 00:45

    Allora il quesito è questo, meglio stuccare subito e poi procedere alla carteggiatura o è meglio dare una prima sgrossata, stuccare e quindi completare il resto del lavoro?

    Carteggiare e stuccare solo dove è indispensabile ... certo, come dice Giulia, i chiodini creano molti problemi se non estratti prima della levigatura e ora se è ancora possibile, potrebbero essere affogati in profondità nel legno.

    La prima listellatura comunque è armoniosa con un buon andamento.

    Buon vento
    Giorgio45
    avatar
    JACK SPARROW 53
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Maschio Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 17.06.17
    Età : 65

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da JACK SPARROW 53 il Lun 18 Dic 2017, 09:04

    ciao a tutti
    io personalmente uso i chiodini, poi li estraggo, e utilizzo uno stucco di balsa color legno , che ben ottura il foro senza lasciare nessun residuo del foro del chiodino : lo stucco è facilmente carteggiabile e facilissimo da usare , avendo una consistenza morbidissima ; usando degli strumenti per la creta , come piccole spatoline , si applica che è una meraviglia . Questo è lo stucco che uso .
    buon vento a tutti
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1801
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Laerte il Lun 18 Dic 2017, 18:00

    Dalle foto che hai postato direi che hai fatto un lavoro egregio, molto apprezzabile l'uso della rastrematura a prora, che ti ha permesso di avere una eccellente base per il successivo lavoro di posa del secondo fasciame. Non mi pare sia necessario un enorme lavoro di lisciatura e di uso dello stucco (ottimo quello proposto da Jack! Io peraltro, con uno scafo così compatto in partenza, userei la polvere di legno con la vinilica), ma per rispondere al tuo quesito Umberto ti ha dato una dritta eccellente: prima lisciare, poi stuccare dove necessario, quindi lisciare di nuovo, fino ad una finitura perfetta, con tutta la pazienza del caso.
    Mi pare, Giulia,ma potrei sbagliare, che i chiodini siano stati tolti: sembrerebbe che siano rimasti solo i forellini, molto facili da stuccare durante il lavoro di rifinitura.
    Tienici aggiornati, mi appassiona molto questa parte del lavoro.
    Intanto buon lavoro, Buon Natale e Felice Anno Nuovo,
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 639
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 18 Dic 2017, 22:41

    Laerte scrive:
    prima lisciare, poi stuccare dove necessario, quindi lisciare di nuovo, fino ad una finitura perfetta, con tutta la pazienza del caso.

    Ciao Laerte,
    tutti noi continuiamo a dare queste indicazioni di massima, eppure non è detto che siano giuste.

    Mi spiego: quando rifanno un intonaco o piastrellano una parete notiamo che i “maestri” grattano e scheggiano il muro per migliorare l’adesione del “nuovo” che devono mettere, ora perché noi ci ostiniamo a realizzare una finitura perfettamente levigata ossia “scivolosa”?

    Questo probabilmente non migliora l’adesione del secondo fasciame sul primo.

    Da parte mia, questa volta, nel Wasa, non ho levigato a morte , prima di mettere il secondo fasciame, ma ho usato una carta abrasiva massimo da 120 non curandomi di riparare alcune piccole fessure e usando un minimo di stucco solo per riempimento e così ridare, dove indispensabile, una "linea filante".

    L’incollaggio mi è sembrato tenace e non ho avuto problemi, anzi penso che i forellini lasciati dai chiodini non vadano stuccati perché dovrebbero migliorare la presa … lo penso perché, come ho detto altre volte, nei miei lavori non fisso il primo fasciame con chiodini.

    santa santa santa Buone feste a tutto il forum santa santa santa

    Giorgio45
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Mar 19 Dic 2017, 00:14

    Consigli veramente utili e preziosi, sia per quanto riguarda le tecniche di stuccatura che per le informazioni sul tipo di stucco da impiegare (grazie Jack).
    Quanto alla chiodatura, tutti i chiodini sono stati estratti e quel che si vede sono solo le forature rimaste. I chiodini che ancora si vedono nella prima foto sono solo temporanei in attesa che la colla si asciughi. Certo che una chiodatura definitiva, come quella che ho adottato sul San Felipe, mi darebbe un po' più di tranquillità in fatto di solidità. Assicuro per esperienza che la testa del chiodo non è di difficile levigatura specie se ci si aiuta con una buona limetta a ferro seguendo le file lungo le ordinate. Quello che mi ha impedito di applicare la stessa tecnica è stato solo il fatto che provando a ribadire a fondo il chiodo il listello di bamboo, al contrario di quello di tiglio, tendeva ad aprirsi a forchetta.
    Ciao Walkyrja, riguardo la chiglia non è mai stata messa, ho applicato i listelli a misura rifilando le poche eccedenze lungo la linea del dritto di prua con un cutter ben affilato.
    A questo punto, visto che la restante parte di lavoro sarà un po' lunga approfitto per rinnovare i ringraziamenti e augurare a tutti un felice Natale e (speriamo) un anno migliore.
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Dom 21 Gen 2018, 19:54

    Ogni tanto rispunto soprattutto per trovare on po' di conforto tra gli amici. Non so se sono io che non sono all' altezza di un tale impegno o i criteri costruttivi e direi anche progettuali della DeA sono un po' carenti. Sta di fatto che le difficoltà non sono affatto poche: già questi listelli di bambu che si flettono come un arco tra le ordinate rendono veramente difficile  rendere uniforme il fasciame nonostante tutti gli incollaggi possibili.
    Altra difficoltà è stata, proprio a causa della qualità dei listelli,  la rifilatura delle sagome  in corrispondenza dei futuri capi di banda, per non parlare dell' apertura dei sabordi. Altro che cutter ben affilato come suggerisce DeA: in tanti casi (vedi foto 3 ) tra una apertura e l' altra manca il sostegno delle ordinate  e il rischio è che alla minima pressione si apra il fasciame. Ho risolto con fori affiancati fatti con trapanino elettrico ed usando poi il fianco della punta come fresa, poi una rifinitura negli angoli con una limetta ed ecco il risultato.
    Comunque tra un brivido e l' altro sono arrivato sin qui. Ora via al rivestimento.


    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2906
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Walkyrja il Dom 21 Gen 2018, 20:29

    A me sembra proprio un ottimo lavoro, ora fai attenzione al secondo fasciame che non abbia fessure e il risultato sarà eccelso.


    _________________
         
    avatar
    pier antonio ceci
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Maschio Ariete Gatto
    Numero di messaggi : 480
    Data d'iscrizione : 10.06.15
    Età : 55
    Località : San Marino

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da pier antonio ceci il Dom 21 Gen 2018, 22:14

    Ciao Giansalis;

    Anche io seguirò con entusiasmo il tuo topic che, a mio avviso ti sta venendo molto bene.

    Buon Navigare.

    Pier Antonio.
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Gio 01 Mar 2018, 20:10

    Rieccomi per raccontare, anche con qualche foto, un po' di lavoro che nel frattempo ho portato avanti senza molta fretta: ho fatto non poche ricerche per capire come rifinire il contorno dei sabordi che alcuni amici, e varie case costruttrici di kit,  hanno interpretato con cornici di vario tipo.
    Per quanto  ho riscontrato nei disegni d' epoca però, nella Sovrana cornici o rifiniture varie attorno ai sabordi non erano presenti. Analoga ricerca la sto svolgendo riguardo all' incintone inferiore che alcuni propongono parallelo ai sabordi fino all' estrema poppa mentre  dai disegni che ho individuato si vede chiaramente che l' elemento di rinforzo interseca le ultime aperture.
    Ecco allora il secondo fasciame in avanzamento con il tavolato, che nel risvolto di poppa deve proseguire fino all' altezza della parte superiore del dritto, mi ha dato, come potete immaginare, non pochi problemi. Certo che lo stacco tra i due tipi di legname, chiaro e scuro tra l' opera viva e parte dell' opera morta, da un bell' effetto, peccato che ne sia prevista la pitturazione. Forse ci penserò un po' su.



    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Mer 21 Mar 2018, 21:39

    Ora che ho completato la posa del secondo fasciame, escluso levigatura, è tempo di rifinire con la massima precisione il contorno dei sabordi.
    Ho steso del nastro carta tangente il lato basso dei sabordi inferiori, ho poi posizionato una seconda striscia superiore alla giusta distanza, ho poi recuperato la piccola dima che avevo costruito per il posizionamento dei sabordi sul primo fasciame allineandola con il lato lungo al filo della carta e centrata rispetto alle aperture tracciando così a matita le spalle verticali.
    Poi con lima, piccolo lisciatoio e cutter affilato per gli angoli ho eliminato le eccedenze e completato le rifiniture verificando le corrette dimensioni finali con un quadrello costruito a misura.  Posto il confronto tra "prima e dopo la cura" e i piccoli attrezzi utilizzati.
    Mi sono un po' dilungato in chiacchere sperando di aver stimolato qualche suggerimento o meglio ancora, qualche proposta alternativa,
    sempre utili per costruttivi confronti e soprattutto per me occasione di imparare qualcosa di nuovo.


    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 639
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giorgio 45 il Mer 21 Mar 2018, 23:55

    I sabordi, con la tecnica descritta, vengono ben allineati e precisi.

    La DeA e altre ditte sono però solite semplificare, forse troppo, queste aperture che nella realtà erano più complesse in quanto è sempre presente un incastro di tenuta per i portelli che vanno a chiudere il sabordo.

    Prevederlo e riprodurlo di sicuro accresce la bontà dell’ esecuzione.

    modello con sabordi e portelli in parte semplificati



    Wasa originale



    Buon Vento
    Giorgio45
    avatar
    verino
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Vergine Bufalo
    Numero di messaggi : 663
    Data d'iscrizione : 17.07.09
    Età : 68
    Località : giovinazzo (BA)
    Umore : ...non c'è male...

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da verino il Gio 22 Mar 2018, 16:59

    Viva la Sovereign !!!!
    ottimo lavoro.
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Lun 02 Apr 2018, 20:23

    E' stato veramente uno shock scoprire all' improvviso, alla fine di  tutte le operazioni di levigatura, che uno dei sabordi inferiori, nonostante  le attenzioni poste nella tracciatura, si presentava completamente fuori simmetria. Tutte le misure sono state rigorosamente rispettate e poi verificate mille e una volta eppure......... Svelato l' arcano, nonostante quello che costano queste pubblicazioni, peraltro imperdonabilmente non corredate di disegni costruttivi, la misura di riferimento riportata da DeA era completamente sbagliata di circa 6,5 mm (mica poco e si vede!). Che fare? la scelta era quella di fare finta di niente, ma se c' è una cosa di cui noi modellisti  siamo consapevoli è che "per chi sa, l' occhio cade sempre sulla magagna". Cosa da non far dormire la notte! E allora se questa è una sfida ecco come ho proceduto:
    ho realizzato con listelli del primo fasciame un supporto interno già completo del primo fasciame stesso tagliato a misura che poi ho incollato e contrastato con un traverso provvisionale. Fatto questo il resto è stato facile, un doppio strato di secondo fasciame, carta vetrata e lima per completare il resto dell' apertura ed ecco risolto il problema.
    Non posso negare che qualche accidente a chi potete immaginare l' ho tirato con grande piacere.
    Ecco qualche foto e un saluto a tutti, compresi i miei ritardati auguri di buone feste.



    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2906
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Walkyrja il Lun 02 Apr 2018, 20:37

    Ingegnoso e perfettamente riuscito, io sono stata zitta perché a volte i piani poi ingannano, magari una scala o un parasartie possono sfalsare un sabordo, ma avevo notato che c'era qualcosa che non quadrava.

    Complimenti davvero, un gran bel lavoro.


    _________________
         
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 209
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giansalis il Dom 29 Apr 2018, 00:49

    Ecco sua Maestà con il regale make-up; ho anche applicato gli incintoni spaziandoli l' uno dall' altro con i distanziatori della foto 1.
    Il colore nero purtroppo non lascia vedere gli incastri a palella che mi sono costati un bel po' di tempo non avendo a disposizione attrezzature adeguate, solo lima e taglierino.
    A questo proposito sarei curioso di sapere se esiste qualcosa di specifico per realizzare con precisione i giusti profili.
    Da parte mia mi è venuta in mente un' idea che vorrei sviluppare basata sull' applicare su una pinza tipo piega listelli  delle lame sagomate della giusta  forma che possano imprimere fino a recidere un listello realizzando così l' incastro desiderato. Magari c' è già qualcosa di simile!
    Ora mi occorrerà un bel po' di  pazienza per riquadrare i sabordi con listelli che dovranno risultare interni di 2 decimi di millimetro. Un' idea di come fare ce l'ho, spero funzioni.




    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2906
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Walkyrja il Dom 29 Apr 2018, 09:43

    Non c'è trucco per creare l'innesto a palella, se come dici tu, ti ritrovi sempre lo stesso listello dove sul taglio combaciano le venature, e secondo me, per far risaltare l'innesto, i listelli devono essere diversi con venature diverse.

    Comunque molto bello lo scafo, molto ben curato e pulito, e io ti seguo e continuo a seguire interessata.


    _________________
         

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 601
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 80

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da cervotto il Dom 29 Apr 2018, 10:32

    Scusa Giansalis ma non ho capito bene il tuo discorso sulle palelle, mi sembra una cosa semplice farle: prendo 2 listelli, uno sull' altro (1 ed eseguo il taglio con cutter o lama di seghetto finissima; ottengo così 2 listelli con medesimo taglio (2; volto il listello B destra sinistra (3; poi volto il listello B alto-basso (4. Ottengo così perfettamente la palella. Spero che si capisca dal disegno anche se non sono un buon disegnatore.
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 639
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Giorgio 45 il Dom 29 Apr 2018, 11:20

    Ciao Giancarlo,
    Ecco sua Maestà con il regale make-up; ho anche applicato gli incintoni spaziandoli l' uno dall' altro con i distanziatori della foto 1.
    Il colore nero purtroppo non lascia vedere gli incastri a palella che mi sono costati un bel po' di tempo non avendo a disposizione attrezzature adeguate, solo lima e taglierino.
    A questo proposito sarei curioso di sapere se esiste qualcosa di specifico per realizzare con precisione i giusti profili.


    in risposta alla tua domanda, oltre alla tecnica magistralmente esposta da Cervotto e applicabile soprattutto a legni teneri, posso sinteticamente dirti come ho risolto il problema:

    prima di tutto “attrezzatura” …
    serve un trapano a colonna con avanzamento millimetrico per l’ altezza
    un tavolo a croce sempre con avanzamento millimetrico nei due assi, laterale e longitudinale …
    su cui applicare una morsa di precisione
    e delle frese

    poi si auto-costruisce un piano inclinato adeguato alle necessità
    su cui si poggiano 4/5  listelli da sagomare e …
    si lavora, perché le macchine sono belle ma bisogna imparare ad usarle … e più le usi … più scopri delle possibili ulteriori applicazioni … certo quello che hai fatto a “mano libera” è degno di enorme considerazione e di un’ infinità di tempo; Cervotto è forse troppo ottimista e fare quegli incastri lunghi intorno a mm. 15 - 20 su altezze di mm. 4/5 è ben altra cosa.




     
    Il tutto poi ha anche un costo discreto … se ti affidi alla Proxxon questi sono i codici
    Serie di frese a gambo totalmente in metallo duro. No 27 116
    Morsa da macchina di precisione PM 40 No 24 260
    MICRO-fresatrice MF 70 che comprende il MICRO - tavolo a croce KT 70 No 27 110

    Buon Vento
    Giorgio45

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Sovereign of the Seas

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun 16 Lug 2018, 14:17