Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

» San Felipe semicostruita DEA
Ieri alle 17:24 Da zizal

» vendo Sovereign semicostruita DEA
Ieri alle 17:17 Da zizal

» Domanda per la costruzione del battello King of Mississipi
Ieri alle 10:46 Da Andrea52

» la belle 1684 hachette di henry morgan
Sab 18 Nov 2017, 21:47 Da henry morgan

» Costruiamo la Nave Romana Quinquereme ?
Sab 18 Nov 2017, 21:37 Da gianfranco la selva

» RMS Titanic 1:100
Sab 18 Nov 2017, 13:21 Da Conte Cassius

» Presentazione
Sab 18 Nov 2017, 11:18 Da zizal

» Mi presento
Sab 18 Nov 2017, 10:56 Da Laerte

» Fregata L'HERMIONE(arsenale)scala 1/48 di Carmelo Tuccitto
Sab 18 Nov 2017, 10:54 Da Laerte

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 93939 messaggi in 3007 argomenti

Abbiamo 6078 membri registrati

L'ultimo utente registrato è mznhal


    Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Condividere
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Gio 08 Set 2016, 23:15

    Buona sera a tutti, un paio di settimane fa stavo per iniziare un lavoro ma gli eventi che sapete mi hanno bloccato gli entusiasmi. Bene, ora che so che mia figlia è viva perché gli amministratori dei luoghi dove si trovava , fortunatamente i soldi pubblici li avevano investiti per vent'anni in serie opere antisismiche... l' angoscia e' passata, resta l'amarezza. Punto. proveró a stemperarla assieme a voi!
    Oh! Non è che sto tradendo l'Andreina, la Doria che ho in cantiere, ma non mi resta che pitturare, pitturare, pitturare per poter proseguire e adesso non è tempo né per patoligie, né per invasioni di vacanzieri che, vivendo in condominio, mi rendono la vita un poco difficile (...solite mie patologie) e quindi.... poco prima di Ferragosto ho provato a dedicarmi al legno. Da domani inizieró a percorrere questo cantiere con voi (in parte, qualcosa giá ho fatto... ma sono leeeento). Ora vado a nanna perché mi sta andando in doppio la vista.
    Buona notte a tutti.
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Ven 09 Set 2016, 10:42

    Mi felicito per la passata paura, Valter!
    Aspetto con ansia (che per la Andreina ho messo in disparte, Rolling Eyes in attesa di tuoi tempi migliori...) la nuova avventura che dal titolo si prospetta "avventurosa".
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Maschile Leone Capra
    Numero di messaggi : 186
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 62
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Giansalis il Dom 11 Set 2016, 15:08

    Ciao Valter,
    felicissimo che tutto sia andato per il meglio.
    In quanto al leudo, da buon ligure, non posso far altro che seguirti: e allora forza! aspetto le prime foto.
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Lun 12 Set 2016, 15:52

    Urca!!! Ho scritto per un'ora e mi è saltato tutto.... porcaccia la miseria, alla mia lingua lunga, riproveró domani. Buona giornata a tutti.
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Mar 13 Set 2016, 09:21

    Cari Amici del Forum, puntuale come un Panerai made in Hong Kong, riecchime, oggi ci riprovo.
    Due parole sul perché del leudo in scatola. Avevo una gran voglia di tornare a far segatura e credevo, da neofita anchilosato che un kit mi avrebbe risparmiato faticaccia alle mani... ma quando mai! É la mia prima scatola e cosí telefono alla mia fornitrice di fiducia di Lavagna che mi dice: Ho un paio di leudi freschi, freschi e a buon prezzo...
    Secoli fa, quando lavoravo nel Porto Vecchio di Genova (quello che ora è definito Antico), fra le decine di chiatte, ne notavo alcune che sembravano grossi gozzoni. Erano le ultima sudate di questi legnacci meravigliosi dalla funzionalità incredibile, storica sintesi popolare di un mercantile famigliare tipo 600FIAT. E infatti, un bel giorno, PUFF! Tutto sparito. Okkei, parto col leudo.
    Cosí cerco di farmi una cultura che trovo in rete. Consulto il Ns Forum e un cantiere del 2013, altrove vedo quello dell'amico Beretta. Queste due esperienze mi saranno utili. Lavorando sugli stessi legni annoto gli stessi problemi (credo che alcune ordinate siano fuori posto: 4-8, la 10 è troppo bassa sotto la linea di coperta e le ganasce sui dritti sono alla vaiascondios.
    Bene, prova foto nuova funzionalità riuscita, mó mando questo e poi continuo più tecnologico che mai!
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Mar 13 Set 2016, 10:03

    continuo con la mia chiacchera più padrone del computerz.
    Dov'ero rimasto? Ah si,
    Con la testa bella confusa, soprattutto sulle manovre veliere (...inciociariare la cocciniglia nel sarchiapone e via cosí), apro la scatola di 'sti Fornaretti Mantovani, massí, i panificatori artigiani e noto con sommo piacere che è tutto legno. Aborro l'MDF e le sue venefiche esalazioni. C'è un po'di tutto, manca solo l'ebano ma va bene cosí, anche albero e antenna di noce... per il leudo di Rocchefeller. Poi apro i disegni in scala= 1: SCELTA, peró ottimamente eseguiti. Penso alla faccia del Ns IGianni a notar la posizione degli ombrinali o i ganci d'alaggio trasformati in ganci di varo ed altre amenità che bisognerebbe segnalargli. Il loro maggior pregio è quello di mantener vivo giusto fra i neofiti, il ricordo di questa barca. Infine leggo e rileggo le istruzioni e poi le butto via, non parlo l'aramaico.

    Mi preparo la chiglia ma oltre al solco della battura avrei dovuto scavare anche la zona delle due ruote e assottigliare di più e di molto le ganasce. Il quartabuono, di cui non si fa cenno me lo invento azionando il mio autocad UTA copirigt Stiticon Vallei. Cosí faró anche con la rastrematura del fasciame... di cui non si fa cenno. Casco nella foga del fare e segno un pagliolo che invece d'elemento strutturale si tratta: per irrigidire lo scheletro si colloca a mezza altezza sottocoperta.



    Tutte quelle benedette orecchie del parapetto sono molto fragili. Anzi qualcuna fa CRACK! Dovevo rinforzarle come ho fatto con la prima a prua. Per togliermi l'ansia inizio a fasciare dalla linea di coperta in su fino al capodibanda. Non è un bell'iniziare ma mi accorgo che se mi lascio portare dal listello, le curve s'addolciscono di molto. Questo leudo siciliano sembra un fuso da filanda e aggozzarlo (ingozzarlo?) un poco non mi dispiacerebbe. Derresto, ogni mastro ha il leudo suo. Ne ho scoperto cientecciento tipi: da vino, sabbia, formaggio, merci varie, pescatore ecc. ecc. Il mio, che avrà una linea sfuggente (seguro!), sarà un
    LEUDO CONTRABBANDIERO di mastro Cirillo commissionato da tal Gualtiero degli Adami, comunardo d'oscure origini levantine. La riproduzione mostrerá il momento in cui l'armo s' appresta a portar soccorso agl' insorti francesi della costa sud, nell' aprile 1871. Che qui per sognare bisogna dormire...
    Aveva ragione l' Injegneer, aveva visto giusto, l'operazione puzza d'avventurismo!
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Mar 13 Set 2016, 10:57

    Oh come sono felice, felicissimo... finalmente una vera barca avventurosa d'avventurieri (altro che le varie "Surprise")!
    Capitan Valter Cirillo, sono sempre presente, al momento del varo voglio esserci ed essere parte dell'equipaggio "avventuroso".
    Per il momento buon lavoro e
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Mer 14 Set 2016, 09:15

    Buongiorno a tutti,
    bravo Injegneer! Spero di non deluderti ma... si lasci servire, ho fatto due anni di militare a Cuneo!
    (uhé, nenneovere, cit.Totó)
    Molto bene, continuo a picchiarmi con questa connessione a tre nulloerz al kilometro, vivendo nei pressi della boscaglia abbiamo ancora la centrale SIP del 1960 a relais...
    provo a postar foto:

    Maggici spilli di ferro dolce,

    Insisto ad arrotondare le forme, intervengo sui madieri.
    L' impegno comincia a mostrarsi: questo bestione ha davvero una linea che sfugge! Non c'è punto di vista che sia rilassante, rassicurante, come lo guardi lo guardi, basta la luce o il movimento e lo scafo sembra tutto storto o ammaccato (ehm, o sono io?). Anzi, sembra proprio un lottatore di sumo steso con mani e piedi giunti.
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Mer 14 Set 2016, 09:46

    Mi scuso con gli amministratori ma se non spezzetto gli invii mi viene l'esaurimento,
    grazie per la comprensione.
    Allora, stavo dicendo che er leudaccio si ribela! Se vendica de le tenzioni che glie procuro: la chiglia comincia a tirar di traverso MA, non demordo e gli metto accanto un' immaginetta della Victory di Nelson.

    Eurecca! La mia prima staccionata a trentotto anni dall'ultima.
    E qui ci vuole la cit. Eddie Fellson (Lo Spaccone): Hei, son tornato! (sequel, ll colore dei soldi)
    Devo confessare che prima di fotografarla sono andato di cartavetro num.RASPA (120). A quel punto ho notato gli stessi punti di crisi visti nei cantieri che ho detto.


    Sta in piedi da solo, giá vuol fuggire per mare!
    Notare appunto su ruote (può tornar utile ad altri)
    Per il resto, io uso solo stucco di vinavil e segatura e in questo caso non mi dispiace lasciar falle (rientro cosí anch'io nella recente discussione su questo problema, che problema non dovrebbe essere: nonne bello ciocche piace, macció che arrecar pace piace... forse personalizzo...). Questa è una barca vecchia, carica di lavoro, sempre sul punto d'esser sequestrata da infami tiranni o colata a picco da una bordata monarchica. Cosí uso solo un poco di segatura grossolana impastata e il risultato finale sarà molto personalmente egocentrico. Asta la victoria (sono poligrotta).
    A domani, buona giornata a tutti.

    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Mer 14 Set 2016, 10:16

    Bela bestia!
    Mi piace molto l'andamento affaticato  Rolling Eyes del fasciame... Dimmen'pò, conti di fare il secondo fasciame, che in genere è nobile Wink quindi in contrasto con la natura rivoluzionaria dell'opera, oppure...
    Comunque vada sarà un successo!
    Buon Vento de revolucion bom ,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Mer 14 Set 2016, 10:38

    Buongiorno Injegneer!
    Ma sei un mago?
    Questa storia del secondo fasciame m'ha tenuto sveglio assai.
    In effetti, ci sono un sacco di bei listelli in piú per far ció e a seguir il Forum, oggidí sembra una cosa normale applicare un secondo fasciame ma io, dai tempi da cui provengo manco sapevo esistesse eppoi tutti quei listelli mi servono a far altro (fra l'altro neppure rifilati, robe economiche)... NO, niente secondo fasciame. Certo un rinforzo a queste liste da cassetta della frutta ci vuole, GARZA e COLLA no? Mo te saluto e chiudo, ho la vista in doppio e fatico un po'.
    A rileggerci con piacere
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Mer 14 Set 2016, 12:25

    Bene, risparmia il secondo nobile.
    Io rinforzerei come hai detto, garza o carta e colla vinilica.
    Poi una buona mano ancora di segatura finissima e vinilica all'esterno come stuccatura, carta vetro + carta seppia fino a fare lo scafo perfetto e giù di vernice.
    Correggetemi se sbaglio, vecchia tecnica modellistica degli anni '60 / '70, ma sempre valida.
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Ven 16 Set 2016, 10:19

    ok capo, sei un mago davvero, pure il periodo storico hai beccato. In quanto a date di nascita, siamo lí no? Ma siccome non so ancora il risultato che voglio dallo scafo, aspetterei a dar troppo di liscio, che tanto, con tutti i giganti che ci sono in questo sito, l'umiltà, qualsiasi sarebbe il risultato è d'obbligo! INVECE oggi proporró altro! Segue intervento.
    PS.: centraline sottacqua, cantina allagata ecc. ecc. ecc. Per fortuna sono riuscito ad invecchiare!
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Ven 16 Set 2016, 10:51

    Buongiorno e buona salute a tutti,
    oggi intervengo sul parapetto (alquanto elastico) e definisco la sua linea finale prima di togliere le orecchie alle ordinate. Lo faccio applicando il fascione ultimo (il rinforzo per il futuro capodibanda) quindi devo passare alla linea di coperta per poter continuare con trincarino e scalmotti e qui s'apre il discorso del
    PENDOLO DI FACAULD (anch dop Ferragoust)
    Il baglio dell'ordinata n.11 mi darebbe il segno del tavolato di coperta. Nella foto la molletta tiene un listello per mostrarmelo. ( le perplessità sono le stesse dei cantieri giá visti e detti!) Bene, cosí facendo tutta l'acqua che non scola fuori arriva in fondo e s'ammucchia sotto i piedi del timoniere perché sopra i letti non ci sono ombrinali!! e gli occhi multiuso di poppa sono ben lontani. In fase di montaggio le ganasce di poppa avevano il loro allineamento col baglio ma montandole cosí perdevo la loro funzione d'appiglio principiantesco nella parte superiore del parapetto: un paio di listelli. Allora ho preferito tenermi al to sul dritto tagliando via il resto fino al baglio della n.11: e mó mi manca proprio quell'altezza perché la 11 è necessariamente incastrata giusta in falsachiglia ma resta bassa. Devo alzare il tutto fino al tagliato da me per avere una tuga in discesa verso il centro nave (come avviene a prua) e il timoniere in piano.



    Il trincarino trinca, gli occhi multiuso lavorano e il timoniere (e chi dorme sottocoperta non crista. E IL MODELLISTA É UN POCO PIÚ CONSAPEVOLE DI CIÓ CHE STA MANEGGIANDO.
    Stupidamente (ecco la consapevolezza che torna) metto come da richiesta dei Fornaretti il doppio fasciame interno al parapetto: inutile eppoi faccio il trincarino (buon peso con controtrincarino) cosí poi dovró aggiungere un sopra trinca. fra gli scalmotti, vedremo se mi soddisferá

    Intanto mi preparo ad organizzare sopra e sotto coperta



    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Ven 16 Set 2016, 11:00

    Ostia, dimenticavo il Mago:
    evito il doppio fasciame esterno e... navigo in acque tranquille (cristalline) andando di garza e vinavil e poi comincio a definirmi i boccaporti per le stive n.1 e 2 (la 3 resterá chiusa) e la tuga. Ne avró per un bel po'.

    Buona giornata a tutti.
    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femminile Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2741
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 59
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Walkyrja il Ven 16 Set 2016, 14:25

    Ad uno che sa chiudere il primo fasciame sulle ordinate come hai fatto tu, tutto è concesso oserei dire.

    Aspetto con curiosità il capodibanda visti i giri di ruota praticamente rotondi sia a prora che a poppa.

    Eccelso lavoro, continuo a seguirti.


    _________________
         
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Mar 20 Set 2016, 16:32

    Non sono un Mago, solo che ho iniziato con i vecchi manuali (Aeropiccola, Guida Lusci, Wolfram zu Mondfeld e più di recente Bryan Lavery...). Sono quasi tuo coetaneo, ho iniziato con le bustine di Airfix e Frog nei primi anni '60 e la mia prima nave in legno (La Toulonnaise) risale al 1980.
    La tecnologia è molto cresciuta ma le vecchie tecniche difficilmente saranno superate.
    La tua idea di fare un solo fasciame esterno, vista la tua bravura notata anche da Giulia, è ottima, in più consolidato da garza e colla vinilica.
    Continua così, ti seguo con piacere ed attenzione,
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    geppo
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Cancro Dragone
    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 10.07.12
    Età : 53
    Località : Roma
    Umore : variabile

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da geppo il Mer 21 Set 2016, 07:53

    ciao Valter sto seguendo volentieri il tuo lavoro e ritengo tu abbia fatto un buon primo fasciame.
    La domanda che mi viene in mente e' che usando listelli di scarsa qualita' magari rischi che il risultato non sia quello voluto.
    Infatti di solito il listelli del secondo fasciame sono di qualita' e finitura superiore e danno allo scafo
    robustezza e finitura.
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Ven 30 Set 2016, 16:31

    Buongiorno amici, urka! Più veloce della luce... tre listelli al giorno... mi presento con qualche progresso, incollare senza l'aiuto degli spilli e senza il supporto logistico del progetto dei Fornaretti mi rallenta assai MA prima, chiacchere!
    Rispondo a Miss Valchiria:grazie, lusingato ma, l'ausilio tecnologico fa molto. Per foto è tutto perfettino ma dal vivo risulterebbe molto meno fascion.
    All'Injegneer:Grande Mago, m'hai scaraventato nella nostalgia. Quando capiró se il tempo debba essere considerato un parametro a sviluppo orizzontale o verticale, allora faró la fine di Martin Eden. In questo cimento attuale sono vecchio, anzi, non esisto più... Buon vento Capo.
    A Geppo: (ma tu lo leggevi Geppo? Quello di Tiramolla. Tempi pazzeschi!..)
    Tutto vero quello che scrivi e proprio da quei punti potrebbero iniziare nuove discussioni. Mi spiego. Guercio ed artritico, a quest'etá non mi restano grandi scians per migliorarmi troppo. Ammetto di aver buona manualità ma il mio prodotto soffre di una rifinitura piuttosto rozza e questo è un punto. L'altro sta nel mistero dei Calendarietti del barbiere: Mr. Elvgren riproduceva sempre sua moglie ma le forme... beh, quelle erano ideali e quando a noi ragazzini, il barbiere si decideva finalmente di mostrarci quei vietatissimi calendarietti profumati, io, quelle signore lí non le avevo mai viste, né nel mio quartiere né per tutta la cittá. Solo al cinema, la fabbrica dei sogni.
    Cosí fu per quanto attiene al ns mondo modellistico. A sedici anni facevo indigestione di mostre e giá avevo iniziato a far segatura da un po'. Eppure non riuscivo ad innamorarmi di quanto di più perfetto si mostrava nelle teche (escluso Arsenale-didattico, è un altro discorso). La mia cittá affogava in un mare putrido di decadenza assieme a tutto quanto di antico vi fosse o fosse stato a mare. I legni vissuti mostravano sofferenza e insofferenza al futuro e noi stavamo lí a far cose tutte lucide e perfette (allora andava forte il materialismo critico ed io ne ero intriso). Vabbè, a farla breve, IL DIFETTO O LE AMMACCATURE O GLI SBREGHI O LE INIZIATIVE A SORPRESA DEL LEGNO non m'infastidiscono. L'incoerenza si. Quindi, se il significato è giustificabile o spiegabile, qualsiasi cosa sia presente nel modello, quello è il mio ideale. Questo atteggiamento, ancorché carico di contraddizioni, mi fa gioco, e di molto perché non frustra le mie ambizioni. Non sono presuntuoso e cerco di controllare la modestia. Quindi, ogni scarrafone è bello a mamma soia . Attenzione peró, non transigo sulla ricerca e lo studio che ne spieghino il significato di bellezza. Spero che a questo punto chi leggeva si sia stancato di farlo sennó qui potrebbe scoppiar na lite di discussione chemme ne cacciano!
    Comunque Geppo, grazie per l'occasione e per l'attenzione che mi presti. Ammazza oh! Mo che passo al manufatto sto pure preoccupato! Ma come altre volte ebbi a fare, chiedo clemenza!





    Ho lavorato sulle fiancate di cinti a gogó, il loro sviluppo è in uno schizzo del mess. n.14, poi sono andato di mille scalmotti, in costa e non di piatto come richiesto dai Fornaretti, è un quadrotto di 3 per 2. Ed infine ho allestito le stive stracaricandole! MAIS, IL Y Á UN TRUC...
    nel prossimo mess. mostreró il carico. Il vero è che non sono capace a mettere più di 5 foto in un messaggio! Alla prossima amici e buona salute a tutti!
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Laerte il Ven 30 Set 2016, 17:04

    Mio preclarissimo Valter, non è esagerato dire che dalle foto che hai postato sembra una barca vera in costruzione nel suo cantiere (il che è vero anche se in piccola misura, peraltro!). Gli scalmotti di costa danno un'immagine altamente realistica, così come il carico di casse e botti ben realizzate.
    Procedi così, io ti seguo e me ne compiaccio.
    Buon Vento (che non guasta mai),
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Ven 30 Set 2016, 17:33

    Ostia! Mi sento supertecnologico, mentre mandavo il mess. mi avvisano di un altro mess. e vado in confusione, speriamo di far tutto per bene: grazie Inje.
    Ohhh, ehm, eccomi qui di nuovo, c'è un sistema per riempire di foto i messaggi ma non lo trovo, se qualche ammin. mi da il la...
    Grazie.
    Allora, come tempo fa dicevo, il y á un truc.





    Per le botti da 13 hl ho usato un bastone diam. 35 più mezzi listelli rastremati del solito 6 per 1,5 della scatola di montaggio (montaggio... macchi me lo ha fatto fare, mi sono impelagato a costruire, altro che montare!). I cerchi sono di cartoncino nero e quelli a vista sono tutti uguali mentre quelli imbusonati sotto sono solo esperimenti in situ. I colori, sono alimentari, ci fossero state le ciliegie per le botti sarebbe stato anche meglio. I barili no. Quelli possono contenere di tutto e quindi cambiano dal bordó alle colate biancastre della salamoia! Bello è far vinavil nero e con puntatine simular i rivetti dei cinti.
    Le cassette sono divertentissime, listelli buoni di 6 per 1 tagliati per tre, meno sono precisi e meglio è, l'anima è uno scatolino di bristol che va fatto preciso, preciso. Si vocifera che il contenuto sia di  ricambi per i nuovissimi chassepots. Per Garibaldi a Digione...
    Ho organizzato una stiva n. 2 che ci stará solo il paranco, buttato li con nonscialans.
    Ho pensato a tener aperta anche la 1, deposito vele e cordami, vedremo, con quel finto pagliolo a mezza altezza e con la scaletta di accesso che per i Fornaretti ha i gradini con un'alzata reale di 6 centimetri per una luce di 2 metri scarsi! Ostia, un toboga!
    Notare la vera faticaccia: gli ombrinali. Risultato: Gemelli Ruggeri, non ce n'è uno uguale all'altro, come  al solito. Ma con una variante... ehm, lo scasso per l'impiombatura degli scarichi... ah! Ste cavolo di microraspette!
    Un' altra nota è il cinto penultimo che è 2 per 2 mentre il primo è 3 per 2 in costa che poi sarebbe il trincarino. Spero cosí di dare un andamento regolare al profilo. Quando sarà il tempo delle landre vedremo. La prossima volta mostreró le rifiniture di occhi e passaggio dello spinone, squaqquarone occome cavolo si chiama il bompresso. Intanto se qualche mastro pit mi potesse rispondere acció:
    La schifezza spalmata sull'opera viva faceva sparire tutto, dico tutti i corsi in un colpo d'occhio liscio?
    Oppure c'è sempre l'opzione antivegetativo Veneziani degli anni 70 dell'Ottocento, forse più dolce.
    Eppoi, se do un acrilico all' acqua molto diluito sul resto delle fiancate, è giustificabile il risultato? Ci posso dare sopra, dopo, una mano di turapori?
    Eppoi, la biacca interna era anche quella spessa da far sparire il legno?
    Si spiega che di pitture sono uno sciensiato!
    Poi c'è da dire anche sul bordo. Il capodibanda che si vede nelle immagini dei leudi assomiglia più ad uno strudel o a un rollo di polenta tanto sono consumati. E non sembrano mai pitturati, forse minio? Ma nel 1871 il minio era prezioso, o no?
    Per ora mi fermo, al prossimo mese amici e buona salute a tutti.
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Maschile Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 480
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Giorgio 45 il Ven 30 Set 2016, 18:14

    Ciao Valter,
    è un piacere vedere le tue realizzazioni e leggere i tuoi commenti a “ruota libera”.

    Non mi meraviglio del fasciame singolo e del modo di posa in opera perché una volta il modellismo si esprimeva in quel modo … l’ attuale doppio fasciame “nobile” copre le pecche sottostanti e … siamo seri, con l’impiallacciatura fai quello che vuoi se la conosci!

    Li chiamano listelli 0,5 x 1000 ma è solo un modo per farti strapagare quello che una volta lo trovavi un fogli.

    Documentazione e realismo sono le basi, poi … se appena varato o “navigato” è una scelta personale.

    Impressionante il “realismo” della cassa grande che rimane grezza, imprecisa e fatta alla buona … volendo trovare il pelo nell’ uovo, ma non è un appunto, forse hai ecceduto in precisione nel piantarci chiodi e nell’usarli tutti delle stesse dimensioni.

    Buona segatura e … la tua è di prima qualità.

    Giorgio45
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Lun 17 Ott 2016, 12:14

    Buongiorno a tutti,
    come al solito sono una scheggia!
    Caro Giorgio, quella dei chiodi me la segno, sto arrugginendo. Fatti i segni effettivamente la soddisfazione non c'era e perché? PERCHÉCCIAIRAGGIONETU!
    Mannaggia sará una piccola stupidata, peró fa assai. Per fortuna mia basta che cambi occhiali ...e tutto il discorso svanisce! Conosci la materia, vedi il giusto, casse ne ho maneggiate molte e vedi il giusto. Ma questa è un'altra storia.
    BENE, foto domani, oggi Chiacchera vi narrerá le avventure di Mastro Cirillo con il capodibanda in curva. La data è consona XVII, luna piena
    avatar
    Valter Cirillo ADAMI
    Sotto tenente di vascello
    Sotto tenente di vascello

    Pesci Serpente
    Numero di messaggi : 138
    Data d'iscrizione : 12.01.16
    Età : 64
    Località : genova
    Umore : dipende da spore pollini e VOC

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Valter Cirillo ADAMI il Lun 17 Ott 2016, 12:53



    Riprendo il discorso, un accenno va a Miss Valchiria giá mia profeta sui guai in questione e spesso nei miei pensieri (vedi foto banchetto fagocitato da tutto quanto fa spettacolo e quantaltro (macchevvordí?)con conseguente fuga del leudo sullo stenditoio!).
    CAPODIBANDA: mio desiderio era farlo con una sola giuntura a prua e di almeno 8 mm. per 2 di spessore. Le prove sono in foto. A= tagli e acqua calda: IMPROPONIBILE. B= molto meglio, ondulazioni abbastanza rimediabili, tre parti soltanto ma ancora molto insoddisfacente. DISPERASAO!!... EU SON pivelu!
    Scopro i listelli "flessibili" (una specie di legno trasformato in cuoio valutato come oro).
    C=l'otto millimetri non lo fanno. Meglio, provo il 10mm, sarebbe un capodibanda CORAGGIOSO, PODEROSO e utile a nascondere i difetti che per fortuna in foto non si vedono. MA, anche il listello flex ha i suoi limiti. In alcuni punti risulta difficile piegarlo come se la lavorazione lo avesse temperato eppoi sono sempre 10 mm in costa! Non ho fotografato i miei diti indici per pudore ma giá dopo le prove A e B erano loro quelli più in curva. Comunque, in due pezzi=poppa bittone di prua e poi il resto, avrei ottenuto un buon risultato. La lavorazione (quella mia) è stata lunga: bisogna tenere il listello sempre aderente al piano e poco alla volta creare punti di crisi che cedano e poi attendere molto perché tende a tornare diritto.
    Fatto ció, investo altro capitale in un altro listello per provare l'8 x 2. Solo il taglio mi ha preso un paio d'ore perché è davvero come tagliare il cuoio. Ottenuto un buon 8 x 2, lo lascio intero ad un metro evitando gli apici temperati. Il risultato è ottimo (lavoro lungo ma l'officina a disposizione è semplice= le mie mani)
    Lo provo, da timone a bittone di prua: a malincuore riconosco che è più CONFORMANTE l'8mm. Domani posto le foto con falchetta, palchetto, timoneria e amenicoli vari, oggi VIXI abbastanza.
    Saranno soddisfazioni ma... cheffatica!
    Buona salute a tutti.
    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femminile Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2741
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 59
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Walkyrja il Lun 17 Ott 2016, 13:15

    Li ho presi anch'io un paio di quei listelli trattati, sono tornati e tornano utili, certo che mi sento un po' tipo i bari del west quando li uso, della serie "♫ ♪ Bonsi bonsi, bobobon, ti piace vincere facile ♫ ♪" Laughing però se ci facilita il compito... piuttosto che andare a fare pezzi discontinui a palelle..
    Quei listelli li però hanno solo il difetto del colore, si vede che il trattamento per renderli così duttili li rende anche un pochino impermeabili e con un colore strano.

    Continuo a seguirti.


    _________________
         

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun 20 Nov 2017, 04:49