Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

» Costruiamo la Nave Romana Quinquereme ?
Oggi alle 12:43 Da gianfranco la selva

» Presentazione
Oggi alle 11:18 Da zizal

» Mi presento
Oggi alle 10:56 Da Laerte

» Fregata L'HERMIONE(arsenale)scala 1/48 di Carmelo Tuccitto
Oggi alle 10:54 Da Laerte

» U-Boat 1/48 Trumpeter
Ieri alle 17:32 Da bianco64squalo

» SOVEREIGN OF THE SEAS fascicoli cerco
Ieri alle 15:37 Da zizal

» Costruzione fregata Unicorn
Ieri alle 12:34 Da Laerte

» Un saluto a tutti gli amici, dopo una lunga assenza
Gio 16 Nov 2017, 10:27 Da Laerte

» Dubbi Riva
Gio 16 Nov 2017, 08:49 Da Bompresso

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 93925 messaggi in 3005 argomenti

Abbiamo 6077 membri registrati

L'ultimo utente registrato è Gianfranco proietti


    cocca francese

    Condividere

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Mar 23 Ago 2016, 16:32

    Proseguimento dei lavori con cinte e rinforzi sui fianchi (bottazzi?? Non conosco il termine esatto) Per l' albero ci devo pensare perchè il disegno d' epoca, riportato da Landstorm nel suo libro "La Nave", mostra un albero di gabbia con vela serrata mentre nel disegno manca. Altro enigma è come facevano a salire nella coffa, perché nel disegno le griselle, che formano i gradini sulle sartie, si fermano molto prima di giungere ad una altezza utile per entrare nella coffa. Piccolo consiglio; non gettate i barattoli dei sott' aceti, servono benissimo per tenere in curva i listelli bagnati.



    avatar
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2108
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 81
    Località : Genova
    Umore : allegro

    Re: cocca francese

    Messaggio Da IGianni Giordano il Gio 25 Ago 2016, 12:32

    Sono passati tanti anni da quando realizzai anche io questo modello. Non ho più il modello e nemmeno i disegni. Se ben ricordo, si poteva accedere alla coffa dal buco del gatto.
    avatar
    geppo
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Cancro Dragone
    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 10.07.12
    Età : 53
    Località : Roma
    Umore : variabile

    Re: cocca francese

    Messaggio Da geppo il Gio 25 Ago 2016, 12:51

    Ciao Umberto mi e' piaciuta l'idea dei vasetti puo' tornare utile.Ho visto che hai ripreso i lavori che da quello che ricordo non praticavi da svariati anni.Allora ti seguiro' volentieri.

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Gio 25 Ago 2016, 22:01

    IGianni Giordano ha scritto:Sono passati tanti anni da quando realizzai anche io questo modello. Non ho più il modello e nemmeno i disegni. Se ben ricordo, si poteva accedere alla coffa dal buco del gatto.
    In tutte le navi si saliva sulla coffa dal "buco del gatto", ma nel disegno le griselle si fermano molto prima di arrivare ad una altezza che permetta di salire in coffa. Inoltre, come già detto, il disegno dice "Scala 1/50" ma le casine sono di 3cm e 3x50=m.1,50!! come potevano entraci degli uomini?? Chiaro che bisogna prendere il disegno solo come "immagine" ma c' è molto da studiare per fare un modello. Questo disegno è su fascicolo "Archeologia Navale Ricostruttiva", uscirono solo 6 numeri e sono riuscito ad averne solo uno.

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Ven 26 Ago 2016, 08:19

    geppo ha scritto:Ciao Umberto mi e' piaciuta l'idea dei vasetti puo' tornare utile.Ho visto che hai ripreso i lavori che  da quello che ricordo non praticavi da svariati anni.Allora ti seguiro' volentieri.
    In realtà da quando mi sono iscritto al forum ho iniziato a fare qualcosa, ma i miei lavori non sono capolavori come quelli degli altri e non li ho messi, anche perché avevo un computer che si rifiutava di mettere le immagini, veniva sempre la scritta -"Le immagini superano il limite consentito"- Questo è un' altro e pare che riesca a porre immagini. Per un certo periodo ho cercato di fare il Norske Lowe danese, ma ho dovuto abbandonarlo perché è impossibile per me riuscire a fare le decorazioni dello specchio di poppa.


    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Ven 26 Ago 2016, 08:37

    Poi ho fatto La Phenix, che la Corel chiama Mirage e vi aggiunge un castello a prua, ma solo lo scafo perchè non saprei dove metterla se aggiungo bompresso e alberi. E' lunga 90cm dallo sperone alla spalliera di poppa.


    Poi un battello a ruota che ora è in Brasile dai miei parenti (in inverno vado in Brasile da loro, il freddo lo lascio a voi!)
    avatar
    geppo
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Cancro Dragone
    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 10.07.12
    Età : 53
    Località : Roma
    Umore : variabile

    Re: cocca francese

    Messaggio Da geppo il Ven 26 Ago 2016, 15:34

    perché dici cosi mi sembrano lavori ben fatti e poi l'importante e' la passione che ci mettiamo.Tu hai una grande esperienza e sei una guida per noi e la cosa dovrebbe gratificarti.Poi certo ci sono tante persone in questo forum che sono dei mostri sacri e li alzo le mani.
    ti saluto
    Geppo
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Maschile Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 478
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 72
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: cocca francese

    Messaggio Da Giorgio 45 il Dom 28 Ago 2016, 20:46

    Ciao Umberto,
    sto seguendo la tua “cocca francese” dal suo inizio, ma riprendo solo ora a scrivere sul forum dopo la lunga pausa estiva.
    Molto interessante l’ idea dei “vasetti” … poi esci fuori con le tue osservazioni sulle griselle … penso che il disegnatore per rendere il “tutto pulito” ha preferito omettere le ultime griselle che avrebbero pasticciato il disegno … non un problema costruttivo, quindi, ma solo estetico.
    La cocca che stai realizzando è originale, poco nota e scarsamente riprodotta … ma il piacere per alcuni modellisti è fare “cose” nuove e non cercare di migliorare la “catena di montaggio” di troppo note imbarcazioni con cura (sempre lodevole) maniacale.
    Per tutto il resto … la penso come “Geppo”.
    Continuo a seguirti con molto piacere.
    Giorgio45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: cocca francese

    Messaggio Da Laerte il Lun 29 Ago 2016, 12:27

    Carissimo Umberto, forse posso aiutarti. Inviami con Messaggio Privato la tua Mail e io provvederò ad inviarti un po' di disegni che ti possono far capire come dalle sartie i marinai potessero accedere alla coffa.
    Complimenti per i tuoi lavori, l'importante non è essere parfetti ma essere felici ed essersi divertiti a realizzarli.
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Lun 29 Ago 2016, 17:46

    Laerte ha scritto:Carissimo Umberto, forse posso aiutarti. Inviami con Messaggio Privato la tua Mail e io provvederò ad inviarti un po' di disegni che ti possono far capire come dalle sartie i marinai potessero accedere alla coffa.
    Complimenti per i tuoi lavori, l'importante non è essere parfetti ma essere felici ed essersi divertiti a realizzarli.
    Buon Vento,
    Laerte
    E' il disegno che è mancante perché nell' immagine del libro "La nave" si Landstorm ci sono. Nel disegno mancano anche cavigliere e le manovre sono tronche, non segnano l' inizio e l' arrivo. Metterò qualche paletto come in Landstorm però resta una incognita dove termina il tirante dello strallo.

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Lun 29 Ago 2016, 17:52

    Quello segnato in rosso Landstrom mette paletti, proseguimento delle sbarre che dividono gli scudi, ma quello segnato in blù nel disegno manca la partenza e l' arrivo.

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 510
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: cocca francese

    Messaggio Da cervotto il Lun 29 Ago 2016, 18:18

    Inoltre nel disegno originale dell' epoca, riportato da Landstorm, vi è albero di gabbia con vela serrata, che nel disegno della Cocca manca.
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: cocca francese

    Messaggio Da Laerte il Lun 29 Ago 2016, 18:34

    Il disegno in mio possesso è relativo alla "Santa Maria" (disegno polacco), ma il sistema delle sartie e degli stralli, chiaramente derivati dalle precedenti cocche, può essere indicativo per te.
    Essendo in PDF non posso allegartelo qui, se ti interessa inviami il tuo indirizzo mail.
    Ancora Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1750
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 61
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: cocca francese

    Messaggio Da Laerte il Lun 29 Ago 2016, 18:54

    Very Happy Sono riuscito a scansionare una piccola parte, da cui puoi desumere la scaletta che permetteva di accedere dalle sartie alla coffa (sul disegno frontale si può immaginare che la scaletta sia di corda con pioli in legno, su quello di destra vedi il punto di partenza e di arrivo).
    Puoi anche capire lo stile e la bellezza del disegno.
    Buon Vento,
    Laerte
    http://i35.servimg.com/u/f35/16/90/87/25/s_mari10.jpg


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Contenuto sponsorizzato

    Re: cocca francese

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab 18 Nov 2017, 12:57