Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 96565 messaggi in 3143 argomenti

Abbiamo 6306 membri registrati

L'ultimo utente registrato è francesco58


    Wasa's sharing projet

    Condividi
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 25 Set 2017, 14:51

    Ben ritrovato Bruno45,
    i piani che vedi incollati sono quelli del museo di Stoccolma acquistati dall’ “associazione navimodellisti bolognesi” in scala 1:100 … però non sono completi come quelli che ha postato Lorenzo Perilli, infatti portano solo il primo ponte mentre quelli di Perilli portano tutti e tre i ponti.
    I piani sono stati poi riportati in scala.
    Ho preferito dedicarmi al ponte perché non è così semplice come proposto dalla DeA, che è piena di inesattezze, basandomi molto su foto dell’ originale … con necessità di apportare frequenti correzioni.
    Buon Vento
    Giorgio45
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 25 Set 2017, 19:59

    Doverosa una rettifica:
    Devo ringraziare Bruno45 che facendomi rivedere i piani messi da Lorenzo Perilli (che sono quelli del museo di Oslo), con sorpresa, mi ha fatto scoprire che la copisteria, nel farmi gli ingrandimenti, si era saltata un foglio, proprio quello del ponte di coperta.
    Lavorando esclusivamente sugli ingrandimenti non avevo notato la mancanza di quel foglio.
    Giorgio45
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Ven 29 Set 2017, 14:36

    Undicesimo step     (prima parte)
    Listellatura del ponte di coperta con tiglio di mm. 0,5 di spessore.

    Come guida userò le “sponde anti-acqua” dei carabottini.

    Per il ponte, diversamente da come proposto dalla DeA, è da notare che esiste un’ anarchia totale, il tavolato è difforme sia per lunghezza che per larghezza non uniforme delle assi, sia per montaggio irregolare (come capita e non schematico) che per il taglio finale delle tavole che è a volte perpendicolare, altro volte a becco di flauto o arciforme; la calafatura è presente solo lungo i bordi delle tavole (distanti tra loro circa un centimetro) e non a livello delle loro giunzioni che sono semplicemente avvicinate.

    Come si può vedere questo disegno, cerchiato in rosso e in giallo, è utile per meglio comprendere quanto scritto …  



    L’andamento generale del tavolato da prua a poppa, che cercherò di realizzare, non è sempre parallelo ma dall’inizio dei carabottini verso la prua chiude con una lieve curvatura a stringere … (si può anche non tenerla presente ma …)  dai mm. 41 all’ inizio dei carabottini, misurata a quel livello sulla larghezza del carabottino,  stringe a mm. 39 a livello della mastra dell’albero di trinchetto per arrivare a mm. 34 a prua (… in pratica segue l’ andamento delle murate).

    Possono essere visionati i disegni postati da Lorenzo Perilli a pagina 1 per meglio seguire i miei commenti.

    Dai disegni particolareggiati del ponte di coperta e alcune  foto, in particolare questa (da “The Power and the Glory” di Hans Soop) risulta evidente l’ affossamento dei carabottini rispetto al livello del ponte … che non sono spropositatamente alti e incollati sopra al ponte come nella ricostruzione della DeA; la totale anarchia in larghezza delle assi del tavolato e l’ andamento a schiena d’ asino del ponte che ho cercato di ricreare, nel suo ultimissimo tratto, a prua, rimodellando le basi date dalla DeA.



    Da considerare anche che il parapetto di prua e le cavigliere dello sperone erano arcuate, elemento tipico nella costruzione di vascelli olandesi nel 1600, per agevolare lo spostamento dei marinai.

    Foto della correzione in programma … sullo sfondo la” botola” chiusa della scala.





    Buon Vento

    Giorgio45
    avatar
    bruno 45
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Scorpione Gallo
    Numero di messaggi : 54
    Data d'iscrizione : 06.11.11
    Età : 73
    Località : Buttrio Udine F.V.G.

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da bruno 45 il Ven 29 Set 2017, 15:56

    Ciao Giorgio 45,non vorrei sbagliare quella foto che indichi come tavolato di coperta rappresenta una sezione di accostolato con i vari riempimenti si notano le aperture dei sabordi .
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Ven 29 Set 2017, 17:18

    bruno 45 ha scritto:Ciao Giorgio 45,non vorrei sbagliare quella foto che indichi come tavolato di coperta rappresenta una sezione di accostolato con i vari riempimenti si notano le aperture dei sabordi .

    Grazie Bruno 45, ho fatto una bella confusione ... meno male che non ho iniziato a incollare il ponte per cui sono ancora in tempo.

    Giorgio 45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1796
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 62
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Laerte il Ven 29 Set 2017, 18:49

    Probabilmente lo conosci già, anzi sicuramente:
    http://www.wasadream.com/Index/indexitalian.html
    E' veramente un interessante reportage.
    Se già lo conosci perdonami l'intrusione.
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Sab 30 Set 2017, 07:59

    Grazie Laerte,
    L’ indirizzo del “wasa report italian” è fondamentale per chi cerchi di migliorare “ l’approssimativo” piano della DeA … è stato pane quotidiano, meno nota ai più sono invece le istruzioni di montaggio del Wasa del “BB490 Wasa” dove, a parte i colori, la fedeltà mi sembra molto superiore.
    A presto
    Giorgio45
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Dom 01 Ott 2017, 12:50

    Correzione
    Ricordando quanto scritto:
    “Per il ponte, diversamente da come proposto dalla DeA, è da notare che esiste un’ anarchia totale, il tavolato è difforme sia per lunghezza che per larghezza non uniforme delle assi, sia per montaggio irregolare (come capita e non schematico) che per il taglio finale delle tavole che è a volte perpendicolare, altro volte a becco di flauto o arciforme; la calafatura è presente solo lungo i bordi delle tavole (distanti tra loro circa un centimetro) e non a livello delle loro giunzioni che sono semplicemente avvicinate. “

    Ritengo che l’errore sia nello scritto in grassetto, perché le tavole terminano solo con taglio perpendicolare.

    Del resto analizzando questo disegno ricostruttivo di un ponte inferiore non mi sembra di vedere delle assi poste secondo uno schema ricorrente.



    Se poi prendiamo in esame questa vecchia foto risalente alle fasi iniziali del restauro … il ponte di coperta è interamente assente, per cui quello attualmente ricostruito, integrato con i non molti pezzi  sparsi di assi rinvenuti, non può darmi certezze e ... disegni di cantiere, in quel periodo, non esistevano … per cui si può, con moderazione, ricostruire a proprio piacimento tenendo sempre presenti i piani del museo.



    Giorgio45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1796
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 62
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Laerte il Lun 02 Ott 2017, 10:51

    Analisi lucidissima, Giorgio, non posso che concordare.
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Ven 06 Ott 2017, 14:28

    Undicesimo step     (seconda parte)

    Listellatura, parziale, del solo ponte di coperta con alcuni pezzi poggiati … per valutare meglio le altezze.

    Rimane da raffinare  la levigatura ed fare il trattamento finale con l’olio (che non va fatto mai se è ancora necessario incollare), mentre in vicinanza del parapetto sono presenti spazi non listellati perché sto considerando di correggere, con calma … dopo la posa del secondo fasciame … diversamente a quanto  proposto dalla DeA, tutte le murate ... sicuramente un ulteriore “lavoraccio” … il bello del “kit avanzato”.






    Buon Vento
    Giorgio45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1796
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 62
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Laerte il Ven 06 Ott 2017, 15:58

    Molto apprezzabile l'andamento curvo della listellatura!
    Bravo, Giorgio!
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Lun 16 Ott 2017, 08:46

    Grazie Laerte ...

    Dodicesimo step (prima parte)

    Programma
    : posa del secondo fasciame con listelli di mm. 1 x 5 in pero che rispettano, in scala, in maniera accettabile, l’ altezza del fasciame originale … ma a prua lo sperone è di sezione trapezoidale e il tagliamare non è tondeggiante come indicato dalla DeA per cui necessita di un leggero ritocco aggiungendo degli spessori.

    Foto dai piani del museo (in rosso la discordanza)




    Foto del riempimento con una tecnica veloce e semplice molto usata







    Foto del lavoro ultimato





    Lo sperone, corretto, sarà fatto dopo la posa del secondo fasciame.

    Buon Vento
    Giorgio45
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Mar 24 Ott 2017, 09:06

    Dodicesimo step (seconda parte)

    Volendo spingersi oltre nella posa del secondo fasciame, la lavorazione più sofisticata consiste nell’incollare i listelli del secondo fasciame con lunghezze oscillanti da un minimo di mm. 70 a un massimo di  mm. 100 con punti d’ unione sulle ordinate … ma non lavorando in “arsenale” le ordinate finiscono per essere ipotetiche … essenziale prevedere delle spaziature accettabili, che in scala 1:65 cadono periodicamente intorno a mm. 6  per cui le tavole possono essere di varie lunghezze ( mm. 70, 76, 82,88,94  e 100 ) messe senza un preciso ordine ma con preferenza per quelle più lunghe ( il piano del museo è dettagliato ma non arriva a dare le singole lunghezze delle tavole né le giunzioni).

    Regola generale: Le tavole usate erano lunghe al massimo circa metri 6 e larghe da cm.25 a cm. 30 per cui lavorando in scala avremo, in linea di massima, le seguenti misure:
    • scala 1:50 lunghezza min. mm.80 max mm.120 - larghezza min. mm.4 max mm. 6
    • scala 1:75 lunghezza min.mm.53 max mm.80 - larghezza min. 3  max mm. 4
    • scala 1:100 lunghezza min. mm.40 max mm.60 - larghezza min. mm.2 max mm.3


    ovviamente queste dimensioni hanno subito delle modifiche … inizialmente, per maggiore disponibilità di alberi di grosse dimensioni, le misure potevano essere maggiori poi, nel tempo, sono andate diminuendo sia in lunghezza che in larghezza.

    Particolare attenzione dovrà essere posta per le modalità di giunzione, rastrematura e  chiodatura.

    Giunzioni: perpendicolari o a becco di flauto tronco…. nel Wasa sono riuscito a individuare sia alcune di quelle perpendicolari che quelle a becco di flauto tronco, quest’ ultime esclusivamente sugli incintoni.

    Foto originale del Wasa



    Rastrematura: mai oltrepassare 1/3 della larghezza dell’ asse.

    Chiodatura:  prendere spunto dal Wasa originale … usando almeno tre grandezze diverse dei chiodi a cui si può tagliare la testa e ribattere la nuova testa ottenendo così una testa più piccola e meno bombata.

    Tocco “particolare” i due chiodi, passanti le murate, ai lati dei sabordi che si riferiscono alle ritenute interne per l’ imbracatura dei cannoni che non necessariamente passano attraverso le ordinate e documentati nei piani del museo.

    Inizio lavori

    Dopo la colorazione in rosso dei sabordi



    Va completato lo specchio di poppa perché il fasciame si appoggia ad esso.




    Foto delle istruzioni della DeA



    Risultato



    Errore mio o della DeA?
    Ottengo una silhouette  slanciata realizzata seguendo le indicazioni della DeA  (probabilmente troppo avveniristica per quel tempo) … differenza che si è evidenziata solo a lavoro ultimato … peccato che abbia acquisito i piani del museo dopo la realizzazione della poppa  ma è veramente troppo tardi per qualsiasi correzione?

    Buon Vento

    Giorgio45
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1796
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 62
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Laerte il Mar 24 Ott 2017, 17:34

    Credo sia errore della DeA, e poi perchè correggere?
    Il disegno riportato non è quello del Museo, ripreso dal reale? In questo caso la tua silhouette è ben azzeccata, quindi nessuna modifica. Al momento non ho presente la poppa del museo, ma credo che chi ha predisposto i disegni si sia attenuto al vero.
    Fammi sapere, grazie.
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.

    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 220
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 63
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giansalis il Mar 24 Ott 2017, 23:37

    Ciao Giorgio,
    se mi posso permettere forse la sensazione di una siluette più slanciata può dipendere dalla piccola differenza di angolatura del secondo fasciame che seppur ben corrispondendo al disegno mi pare sia leggermente più acuta rispetto al modello in foto della DeA e forse, ma può anche essere una illusione ottica data dall' angolazione fotografica, la parte inferiore, cioè quella che si avvia al dritto di poppa, da la sensazione di non essere perfettamente simmetrica.
    Mi sono permesso questa intrusione per il fatto che il Wasa è uno dei cantieri che ho in programma nel prossimo futuro e pertanto seguo con attenzione.
    A questo proposito però devo dire che mi sento un po' demotivato da tutte quelle micro figure la cui pitturazione mi appare alquanto lunga, noiosa e a dir poco scoraggiante.
    Mi farebbe piacere conoscere il tuo parere in proposito.
    Continuo senz' altro a seguirti.
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Mer 25 Ott 2017, 09:21

    Grazie Laerte e Giancarlo  per le “belle parole” ma il confronto, sia pur considerando le diverse inclinazioni fotografiche dello specchio di poppa, rimane impietoso.

    L’ inclinazione delle tavole è precisa … tanto che sono nella stessa quantità e sovrapponibili al disegno, devi inoltre considerare anche la bombatura in senso babordo-tribordo che ho dato alla poppa


    Foto dell’originale con la definizione del “fine corsa” aiutato dagli elementi di sostegno



    Disegno originale del museo con evidenziato in rosso l’ andamento



    L’ attuale poppa con evidenziato in rosso l’ andamento



    Anche un “non addetto ai lavori” noterebbe la differenza.

    Giancarlo … anche per me sarà un’ impresa la colorazione delle molteplici statuine e fregi e non nascondo i tanti dubbi che mi sorgono spontanei … la ritengo un’ impresa ardua e mi sono, per ora solo mentalmente, convertito all’ aerografia che spero possa aiutarmi … ma il bello del modellismo e il suo maggiore stimolo non è nel raggiungere traguardi sempre nuovi e diversi?
    Per ora, visto il lontano appuntamento con la pittura, mi limito ad invidiare i “pittori” di soldatini per la loro abilità che nel nostro caso sarebbe utilissima.

    Buon Vento

    Giorgio45
    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 3106
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Un po' annoiata

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Walkyrja il Mer 25 Ott 2017, 12:33

    Eh si, ma si tratta proprio della differenza delle ordinate, se il Vasa fosse stato fatto come il modello probabilmente non sarebbe affondato, il disegno del museo fa vedere chiaramente la chiglia piatta dello sfortunato vascello, più che lo specchio di poppa si tratta proprio della "pancia" dell'intera opera viva.



    _________________
         
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Mer 25 Ott 2017, 21:40

    Grazie Giulia per il magnifico e documentato intervento.

    Considerato il Wasa della DeA (tutte le ordinate sembrano troppo slanciate) come hai fato notare, alla faccia della sbandierata fedeltà … cosa fare?
    Una ulteriore considerazione … se fosse stato così come sembra di vedere … la linea di galleggiamento sarebbe risultata molto più in alto e … sapenndo che è naufragata per un colpo di vento che ha fatto imbarcare acqua dai sabordi  … sarebbe affondata immediatamente al varo, in porto.

    La tua osservazione Giulia mi era nota ma è, sembra strano, una aberrazione ottica del mio iPhone  4S perché ritagliando il profilo nel punto più largo, su un foglio di carta, combacia.



    La poppa invece essendo in primo piano soffre molto meno di questi artefatti.

    Ho individuato una possibile correzione dello specchio di poppa e per due notti ho convissuto con il dilemma … lo correggo o non lo correggo, ci provo e rischio di fare un disastro e passo ad altro o lascio tutto così … per tutto quello che vogliamo fare ci serve una dose di coraggio, molta fiducia nelle  proprie capacità e un pizzico d’ incoscienza.

    Mi lancio …

    Ricordo, poco sopra, la foto della mia poppa di partenza con evidenziato in rosso l’ andamento.

    Questa, segnata con la matita, la correzione da fare



    Inizio dalla parte più semplice che richiede un ritocco di minore entità …

    Incoraggiato vado avanti … ora non posso anche volendolo tornare indietro …

    Risultato finale



    Risultato finale con evidenziato in rosso l’ andamento




    Considerato il Wasa della DeA, con le sue superabili imprecisioni, sono soddisfatto; l’ assenza di piani da parte della DeA, per cui non è possibile fare prima alcun confronto, rappresenta sempre un piccolo problema.

    Buon Vento

    Giorgio45

    cervotto
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 673
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 80

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da cervotto il Mer 25 Ott 2017, 23:21

    A me sembra che la Wasa della Dea abbia la poppa troppo larga. nella nave vera è poco più della metà dell' ordinata maestra (m.6 su 11,40) in quella della Dea è più di 3/4!! Misurando l' immagine del post la poppa sarebbe di m.6,40 con ordinata maestra di 8!! Sicuramente c' è qualche errore! (va bhè, la nave era tutta un errore causa un RE che si credeva un esperto ingegnere navale!)
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Gio 26 Ott 2017, 08:56

    Ciao Cervotto, ben ritrovato …
    le misurazioni sulle foto risentono di alterazioni date da inclinazione ed artefatti.

    Avendo acquistato i piani del museo che erano in scala 1:100 li ho fatti riportare alla scala della DeA e su quelli faccio poi fotocopie che ritaglio, confrontandoli con il modello in costruzione.

    Certo non sono esenti da imperfezioni, perché il foglio è piano e il modello è tridimensionale però avendo le due proiezioni le correzioni diventano semplici.

    Trovo imperfezioni per la semplificazione di particolari o per l’ inserimento di parti, come gli argani, reperibili sul mercato e non rifatti specificatamente ma le misure mi risultano generalmente sovrapponibili a quelle del museo … una piccola sbavatura in difetto è sulla larghezza di prua che risulta, di poco, meno tonda e sullo sperone a cui ho apportato, come avrai notato, la correzione.

    A presto

    Giorgio45
    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femmina Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 3106
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 60
    Località : Trieste
    Umore : Un po' annoiata

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Walkyrja il Gio 26 Ott 2017, 20:47

    Giorgio 45 ha scritto:

    La tua osservazione Giulia mi era nota ma è, sembra strano, una aberrazione ottica del mio iPhone  4S perché ritagliando il profilo nel punto più largo, su un foglio di carta, combacia.

    Giorgio45

    affraid Opperdindirindina!!! Laughing


    _________________
         
    avatar
    Giansalis
    Capitano di corvetta
    Capitano di corvetta

    Maschio Leone Capra
    Numero di messaggi : 220
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 63
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giansalis il Gio 26 Ott 2017, 21:22

    Al di la delle proporzioni con l' ordinata maggiore, che poi dipendono anche dalla prospettiva fotografica, mi sembra che il lavoro che hai fatto sia veramente eccezionale, la sagomatura che hai ottenuto nel punto di intervento sembra proprio sovrapponibile alla vista di poppa del disegno. Complimenti e complimenti anche (la volta scorsa me ne ero dimenticato) per la modifica della zona prodiera che terrò ben presente quando andrò ad incantierare il mio Wasa.
    Giancarlo
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Ven 27 Ott 2017, 11:12

    Grazie Giancarlo,
    troppo buono … grazie per la visita sperando di poterti essere utile.

    Da parte mia sto provando (anche se più vado avanti più aumentano le difficoltà) facendovi partecipi, a documentare tutte le diversità che scopro con l’ opera della DeA per realizzare quello che definisco un “kit avanzato”.

    Temo, a volte, di essere noioso e poco comprensibile, ma sto provando a fare qualcosa di diverso rispetto al “solito” modellino ben fatto, cercando anche soluzioni per me inedite, vedi per esempio la costruzione dell’ argano e il diverso modo di realizzare i carabottini, molto più rispondente alla realtà anche se la loro struttura non sarà completamente visibile.

    Buon Vento

    Giorgio45
    avatar
    bruno 45
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Scorpione Gallo
    Numero di messaggi : 54
    Data d'iscrizione : 06.11.11
    Età : 73
    Località : Buttrio Udine F.V.G.

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da bruno 45 il Mer 01 Nov 2017, 23:13

    Buona serata ai costruttori del Wasa,mi sembra che non ci sia tanta partecipazione come cantieri a parte Giorgio 45 ed io non si vedono foto di altri.Giorgio ho visto la modifica sulla poppa anchio ho modificato qualcosa sono partito piu basso con la listellazione aumentando i gradi siamo circa sui 35°,poi ho rifatto gli incintori aumentando la lunghezza delle palelle e chiodatura tagliando la testa come suggerito.Con l'ultima uscita la DEA parla di pitturare tutto lo scafo personalmente io la lascero cosi.A presto
    [url=https://servimg.com/view/17014878/109]
    avatar
    Giorgio 45
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Bilancia Gallo
    Numero di messaggi : 740
    Data d'iscrizione : 13.06.14
    Età : 73
    Località : Lecce
    Umore : sereno

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Giorgio 45 il Gio 02 Nov 2017, 08:38

    Ciao Bruno,
    stai facendo un bel lavoro anche se ti discosti dall’ originale … che esiste ... ma hai un modo personalissimo di procedere di grande effetto.

    Hai ragione, la partecipazione è scarsa … scarsissima.
    E sul pitturarlo tutto ... l' idea non piace neanche a me.

    Una domanda:
    vedo questa ottima realizzazione, cerchiata in rosso, anche se sporadica … a me serve il rifacimento in coppie numerose e sto cercando un sistema per accelerare la lavorazione … lo realizzi pezzo pezzo o hai scovato un modo più veloce per realizzare l’ incastro?



    Buon Vento

    Giorgio45

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Wasa's sharing projet

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer 19 Dic 2018, 04:07