Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

» HMS Bounty Del Prado
Oggi alle 19:05 Da cervotto

» restauro galeone 1980
Ieri alle 16:38 Da cervotto

» Nave Traghetto FFSS Gennargentu
Ieri alle 13:41 Da JACK SPARROW 53

» Costruiamo la Nave Romana Quinquereme ?
Ieri alle 13:14 Da JACK SPARROW 53

» Golden Star in costruzione! Mantua Model
Mer 16 Ago 2017, 11:57 Da Laerte

» BRIGANTINO NAVE ITALIA
Mar 15 Ago 2017, 21:03 Da IGianni Giordano

» Il leudo in scatola, ohi ohi, seeembra facile!
Lun 14 Ago 2017, 11:00 Da Laerte

» Sono nuova e mi voglio presentare
Ven 11 Ago 2017, 08:14 Da luigi43

» Novizio in cerca di aiuto
Mer 09 Ago 2017, 15:16 Da magnani claudio

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 92555 messaggi in 2952 argomenti

Abbiamo 6009 membri registrati

L'ultimo utente registrato è PIERLUIGI BARENCO


    R E V E N G E 1577

    Condividere

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Dom 27 Set 2015, 20:02

    E qui avrei bisogno di un po' del vostro conforto.....vi ricordate la discussione all' inizio del topic circa la posizione dell' incinta (falchetta)?
    Ebbene, ho cercato di recuperare ed interpretare tutte le considerazioni e ho posizionato le due falchette cercando di fare le cose nel modo migliore.
    Le linee che  ho ottenuto mi sembra che appaghino dal punto di vista estetico ma mi farebbe piacere, prima di procedere oltre, anche una vostra spassionata supervisione. Comunque sia, per poterle  configurare come le vedete ho dovuto ricorrere ad un piccolo stratagemma considerato che la loro tendenza in prossimità della prua (parlo di quella inferiore) era quella di impennarsi nettamente verso l' alto o di contro,  mantenendole nella corretta posizione, si verificava lo sgradito inarcamento nella parte inferiore con la  mancanza di aderenza allo scafo.
       
    avatar
    geppo
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Cancro Dragone
    Numero di messaggi : 696
    Data d'iscrizione : 10.07.12
    Età : 53
    Località : Roma
    Umore : variabile

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da geppo il Mer 30 Set 2015, 11:11

    ne manca uno sotto i sabordi inferiori o sbaglio e poi i sobordi anteriori sono sfalsati rispetto alla linea dei ponti.Non avendo tanta esperienza non so se sia giusto o sbagliato.
    Attendo delucidazioni.
    Per il resto complimenti lavori benissimo e sei preciso.
    Saluti da geppo

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Gio 01 Ott 2015, 00:54

    Ciao Geppo,
    per quanto riguarda i sabordi anteriori ti confermo che la loro posizione è proprio quella corrispondente a quella dei piani di costruzione. Ciò e dovuto ai ponti interni posti a quota differente rispetto a quello principale.
    Nel prossimo step potrai vedere completata la falchetta che appare interrotta e che come hai giustamente osservato correrà a sfiorare i sabordi filando fino allo specchio di poppa (e un po' di altre cose ancora).
    Un grande saluto e a presto.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Sab 24 Ott 2015, 18:58

    Posto con non poca trepidazione qualche foto sull' avanzamento dei lavori: completato incinte (falchette), bordature laterali, decorazioni, balaustre e capidibanda. Prossimo step: zona di poppa, giardinetto e specchio.
    Poco più avanti dovrò allestire tutta la batteria del ponte di coperta la quale è proposta in legno naturale. A parer mio però darebbe più risalto la classica colorazione rossa con le ruote nere ma non vorrei commettere un' inesattezza dal punto di vista della collocazione temporale visto che questa tendenza è iniziata da un preciso momento in avanti. Tempo fa, frugando nel forum, ho incontrato un' interessante discussione circa questo argomento inserito in un lavoro in process del quale però non ricordo il riferimento. Spero che qualcuno possa darmi qualche indicazione tenuto conto che il galeone che sto costruendo è datato 1577. Grazie comunque a tutti e buon lavoro.
     




    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da cervotto il Lun 26 Ott 2015, 17:06

    Giansalis ha scritto:Posto con non poca trepidazione qualche foto sull' avanzamento dei lavori: completato incinte (falchette), bordature laterali, decorazioni, balaustre e capidibanda. Prossimo step: zona di poppa, giardinetto e specchio.
    Poco più avanti dovrò allestire tutta la batteria del ponte di coperta la quale è proposta in legno naturale. A parer mio però darebbe più risalto la classica colorazione rossa con le ruote nere ma non vorrei commettere un' inesattezza dal punto di vista della collocazione temporale visto che questa tendenza è iniziata da un preciso momento in avanti. Tempo fa, frugando nel forum, ho incontrato un' interessante discussione circa questo argomento inserito in un lavoro in process del quale però non ricordo il riferimento. Spero che qualcuno possa darmi qualche indicazione tenuto conto che il galeone che sto costruendo è datato 1577. Grazie comunque a tutti e buon lavoro.
     



    Gli affusti dei cannoni puoi lasciarli in legno naturale perché solo dopo il 1640 abbiamo certezza documentata che spesso (ma non sempre) erano dipinti in rosso. Per gli anni precedenti, specie il 1500, non vi sono prove che fossero dipinti.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Mar 27 Ott 2015, 01:47

    Grazie Umberto per la precisione e la tempestività. Lascierò tutto al naturale cercando di valorizzare il legno a contrasto con il ponte più chiaro.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Sab 31 Ott 2015, 00:01

    Ed ecco finalmente anche il "lato B".


    avatar
    onip
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschile Sagittario Ratto
    Numero di messaggi : 513
    Data d'iscrizione : 20.02.12
    Età : 68
    Località : Matera
    Umore : paziente e riservato

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da onip il Sab 31 Ott 2015, 11:20

    Complimenti, bel cantiere.

    Quando vedo lavori come questo mi ripeto che poi si possono fare cose eccellenti anche senza arrivare all'arsenale.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Gio 05 Nov 2015, 00:21

    Ciao Onip, grazie per la visita veramente gradita e ciao a tutti, e allora già che ci sono propongo anche un po' di lato "A"


    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Gio 12 Nov 2015, 00:45

    Ciao amici,
    questa volta non ho foto da mostrare anche se i lavori stanno comunque andando avanti.
    Il motivo per il quale sto scrivendo è la necessità di aiuto circa una questione apparentemente semplice ma che mi da un bel po' di dubbi non avendo mai avuto esperienza in proposito (che principiante che sono!!!).
    Si tratta del modo in cui posizionare e fissare quei supporti in ottone con foro passante fatti a forcella sui quali viene appoggiato il modello.
    Ho provato a fare qualche ricerca ma non ho trovato spiegazioni esaurienti. Mi sembra solo d' aver capito che le viti che attraversano la base di legno e il foro lungo l' asse longitudinale del supporto vanno poi a fissarsi sulla chiglia del modello.
    Qualcuno però sa darmi qualche consiglio in proposito, magari spigandomi le varie fasi e i materiali da adottare (tipo di viti) ed eventuali tecniche così da non commettere irrimediabili stupidaggini?
    Ringrazio veramente tutti per la pazienza  e la disponibilità.
    avatar
    Walkyrja
    Admin
    Admin

    Femminile Acquario Gallo
    Numero di messaggi : 2695
    Data d'iscrizione : 27.10.12
    Età : 59
    Località : Trieste
    Umore : Terribilimente indaffarata

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Walkyrja il Gio 12 Nov 2015, 08:39

    Quindi il piedistallo che c'è ora nelle foto non è quello definitivo?

    Io sui miei modelli lascio sempre quello, senza fare fori sulla chiglia, però se vuoi mettere quel tipo di piedistallo li che dici tu, credo che Gianni Giordano possa darti le spiegazioni neccessarie, perché ho notato che lui lo usa su tutti i suoi modelli.


    _________________
         
    avatar
    Albatros
    Ammiraglio
    Ammiraglio

    Maschile Gemelli Dragone
    Numero di messaggi : 2815
    Data d'iscrizione : 29.06.09
    Età : 53
    Località : Sant'Angelo Romano
    Umore : ma..... dipende

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Albatros il Gio 12 Nov 2015, 19:36

    Se volevi mettere un piedistallo con perni passanti i buchi sulla chiglia dovevi farli prima. Ora è un pò complicato eseguire i fori e soprattutto fare in modo che i perni all'interno del foro tenga bene il modello. Facendo il foro ora vai a ridurre lo spessore della chiglia a poco più di un millimetro e rischi che prima o poi ceda. Se facevi i fori prima di realizzare il fasciame potevi metterci due belle guanciole di compensato e la tenuta era assicurata.

    Fai come suggerisce Walkyrja, utilizza quello attuale o per lo meno uno della stessa forma. Fissi il supporto su di una bella tavoletta grande quanto il modello (Tavola grande = modello stabile) e ci fissi sopra il modello magari utilizzando le gomene delle ancore o quache cosa di simile.
    Mauro

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Ven 13 Nov 2015, 00:20

    Grazie Walkyrja, grazie Albatros,
    credo proprio che seguirò il vostro consiglio rimandando al prossimo modello l' eventuale adozione dei supporti di ottone previa preparazione preliminare della chiglia con opportuni spessori. A questo proposito ho giusto trovato un paio di tecniche basate proprio su questo principio.
    Al momento cercherò di migliorare l' aspetto estetico del supporto attuale che andrò ad adottare in via definitiva.
    Il prossimo step vedrà posizionata tutta la cannoneria con relativi sabordi, l' attrezzaggio dei ponti, parasartie e landre.
    Il lavoro non sarà breve ma al momento i risultati mi stanno dando molta soddisfazione.
    Nel frattempo non mancherò di seguire tanti altri interessantissimi lavori che al momento sono in corso da parte degli amici del forum.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Mar 08 Dic 2015, 19:20

    Rieccoci qua, dopo le rifiniture dei sabordi, posizionamento di portelloni, cannoni, colubrine, bitte e bittoni, gallocce, cavigliere, parasartie, landre e bigotte, ancore e quanto altro siamo ora in procinto di metter mano alla questione "alberature". Una sola notazione, ho volutamente mantenuto alcuni particolari un po' più brillanti tipo parti delle colubrine, ferramenta delle ancore e soprattutto la chiodatura delle landre valorizzata da dei chiodini a testa rotonda che danno la sensazione della ribattitura, anche se non so se all' epoca poteva essere una tecnica in uso ma che fanno, a mio giudizio, un gran bell' effetto. Vi seguo con grande attenzione!
         




    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da cervotto il Mer 09 Dic 2015, 09:45

    Quello che trovo strano sono le gru salpa ancora, io le ho sempre viste "sopra" al castello, non che escono dalla serpe.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Gio 10 Dic 2015, 01:15

    ciao Cervotto e grazie per la visita,
    ciò che dici è assolutamente vero e questo si può  ben vedere sul galeone Neptune all' ormeggio nel porto antico di Genova di cui se riesco posto una foto. Tuttavia i piani costruttivi proposti posizionano le gru di capone proprio dove le vedi. Concordo sul fatto che la posizione risulta alquanto poco pratica per le manovre ma mi adatto e mi rimetto ai  "progettisti".
    Ancora un saluto.

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da cervotto il Gio 10 Dic 2015, 11:06

    Nel libro "La Nave " di Bjorn Landstrom si vede una cosa simile che esce dalla piattaforma di serpe e in altre navi è di traverso sulle guance dello sperone e la chiama "Gru del pescatore" che serviva per "aiutare" nel sollevamento dell' ancora, ma le vere "Gru di capone" per l' ancora erano sopra al castello. Quindi pare che nei piani vi sia solo la gru del pescatore, ma manca la gru di capone sul castello. (può essere una svista o dimenticanza del disegnatore, nessuno è perfetto)
    avatar
    pietro bollani
    Contrammiraglio
    Contrammiraglio

    Maschile Pesci Tigre
    Numero di messaggi : 2143
    Data d'iscrizione : 17.09.10
    Età : 55
    Località : castel san giovanni PC

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da pietro bollani il Gio 10 Dic 2015, 21:49

    La posizione della grue di capone è veramente strana, ma conforme a diversi disegni e piani relativi al Revenge e non solo questi della Amati.
    Interessante soprattutto è questo disegno attribuito a John Hawkins e edito da Matthew Baker nel suo libro "Fragments of Ancient English Shipwrightry" del 1582.



    Non si vede chiaramente, la mia copia del disegno è piuttosto piccola, ma qualcosa, in quella posizione, indubbiamente c'è.
    Il fatto che le grue di capone non compaiano anche su altri dipinti/incisioni dell' epoca fa pensare ad una innovazione che si andava affermando proprio nel periodo quindi ci sta anche la posizione non conforme.
    A quanto ne so, la grue del pescatore arriva nel '700 quindi è prematura in questa fase, il suo compito poi è quella di "passare" l' ancora indietro lungo i parasartie per poterla fissare agli stessi, cosa che non era necessaria su queste navi.
    La forma a "gomito" è quella che più mi da da pensare perchè è più tipica del XIX secolo.

    Al di là delle perplessità storiche, ci tengo a dire, Giancarlo, che stai facendo un lavoro egregio, mi piace moltissimo (e invidio un po'...) la tua pulizia nell' esecuzione.
    avatar
    Carminee
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 23.05.15
    Età : 46

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Carminee il Gio 10 Dic 2015, 23:02

    Ciao vi seguo sempre.  (e il tempo che è tiranno)

    Mi associo ai complimenti di Pietro  & vi posto alcuni disegni a prova della posizione delle gru.

    Un saluto Carmine.






    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da cervotto il Ven 11 Dic 2015, 09:33

    Nelle immagini poste da Carminee del galeone Revenge le gru sono sul fianco del castello, non escono da un foro nelle "guance" dello sperone, quindi il progetto del Revenge Amati è inesatto. (La prima immagine si riferisce a nave del XVIII secolo, quindi non c' entra nulla) Però cercando "galeone Revenge" su internet vengono una infinità di immagini e gran parte ha le gru sopra il castello, ma si riferiscono alla versione del 1588 che combattè contro la "Invincible Armada" spagnola, quindi può essere che la posizione delle gru sia cambiata negli anni.
    avatar
    Carminee
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 23.05.15
    Età : 46

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Carminee il Ven 11 Dic 2015, 21:15

    Ciao a tutti .

    Giustissime le osservazioni di Cervotto , Per quanto riguarda la prima foto e per dire che non sempre le gru sono state sopra il castello ...

    Ciao e buon vento Carmine.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Ven 11 Dic 2015, 22:47

    Concordo pienamente col fatto che i disegni di Carmine (escluso il primo), siano quelli che più si avvicinano alla soluzione proposta da Amati la quale però ha compiuto l' inesattezza (neanche poco grave) di far fuoriuscire la gru dalle guance  ma ancor più grave scaricando gli sforzi su un appoggio a 90° posto alla base del braccio e che crea così un momento elevatissimo.
    Dal punto di vista statico i disegni rappresentano invece una soluzione senza ombra di dubbio molto più efficiente, scaricando le forze sulla mensola sottostante e probabilmente poi sulle strutture interne sulle quali è da presumere si appoggi il tutto.
    Anch' io ho da contraccambiare i miei complimenti a tutti: è veramente sorprendente vedere tanta passione, competenza e soprattutto tanta disponibilità da parte di tanti amici.
    A proposito, sto procedendo a rastremare gli alberi ma non possedendo torni utilizzo il sistema del "trapano e carta vetrata".
    Qualche suggerimento per non ustionarsi le dita dopo pochi secondi e poter avere così dei tempi di lavoro un po' più lunghi?
    Ancora grazie!
    Ogni occasione è buona per una foto (qui si vede che non posso aggiungere la mensola perché scaricherebbe su una struttura decorata e non portante. Pazienza! )

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 412
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da cervotto il Ven 11 Dic 2015, 22:53

    Io per rastremare alberi e pennoni uso guanti grossi, ogni tanto bisogna fermarsi ma non si giunge a "ustionare" le mani.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Sab 12 Dic 2015, 22:31

    OK Cervotto, grazie come sempre, sto procedendo e mi sembra che le cose non vadano male.
    Non vedo l' ora di farvi vedere il lavoro che ho in cantiere.
    A presto.

    Giansalis
    Tenente di vascello
    Tenente di vascello

    Leone Capra
    Numero di messaggi : 176
    Data d'iscrizione : 30.08.14
    Età : 61
    Località : Fosdinovo (MS)

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Giansalis il Dom 20 Dic 2015, 19:58

    Beh, visto che è Natale, quale migliore momento per metter su degli alberi!
    Trapano, carta vetrata, segatura e non poca pazienza dopodiché crocette, incastri vari, coffe e alla fine di tutto, spessorini, scontri, limatine e quanto altro per rendere, dalle gabbie in su, il tutto perfettamente smontabile e rimontabile, allineato e perpendicolare in modo da poter posizionare con tranquillità le sartie. Ora sotto con la pitturazione dei nodi di incastro tra le teste di moro, sartie e fette di panettone.
    Augurissimi a tutti di Buon Natale e soprattutto di tanta serenità.
     


    Contenuto sponsorizzato

    Re: R E V E N G E 1577

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Ven 18 Ago 2017, 20:13