Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

» Costruiamo la Nave Romana Quinquereme ?
Oggi alle 19:15 Da pier antonio ceci

» HMS Bounty Del Prado
Oggi alle 14:11 Da Giansalis

» USS Sea Tiger
Oggi alle 11:18 Da Laerte

» Golden Star in costruzione! Mantua Model
Oggi alle 11:12 Da Laerte

» Mi presento
Oggi alle 09:24 Da Giorgio 45

» BRIGANTINO NAVE ITALIA
Ieri alle 19:20 Da IGianni Giordano

» F-14 Tomcat
Ieri alle 14:31 Da ccf

» restauro galeone 1980
Gio 17 Ago 2017, 16:38 Da cervotto

» Nave Traghetto FFSS Gennargentu
Gio 17 Ago 2017, 13:41 Da JACK SPARROW 53

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 92602 messaggi in 2953 argomenti

Abbiamo 6012 membri registrati

L'ultimo utente registrato è vincenzo1949


    Endeavour 1934 Amati 1/35

    Condividere

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 417
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da cervotto il Ven 18 Nov 2016, 11:37

    Quando è pronta per il montaggio devi inamidarla, sciogli amido in acqua tiepida, lasciala a bagno parecchio, anche qualche ora, poi lascia asciugare "in verticale" come fosse già sull' albero. Appena è un poco umida stirala con ferro non troppo caldo, metti un panno tra ferro e vela. Vedrai che resta rigida, se non ti va lavala con acqua tiepida per togliere l' amido.

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Ven 18 Nov 2016, 14:57

    cervotto ha scritto:Quando è pronta per il montaggio devi inamidarla, sciogli amido in acqua tiepida, lasciala a bagno parecchio, anche qualche ora, poi lascia asciugare "in verticale" come fosse già sull' albero. Appena è un poco umida stirala con ferro non troppo caldo, metti un panno tra ferro e vela. Vedrai che resta rigida, se non ti va lavala con acqua tiepida per togliere l' amido.

    Ciao cervotto,
    Grazie mille per l'informazione, ci proveremo Smile

    Stavo giusto leggendo che c'è chi usa acqua e colla vinilica proporzioni 1:1 .
    Però non capito se usano comunque anche il ferro da stiro.
    Come resa sapete com'è?

    Di amido quanto ne servirebbe? C'è circa una proporzione o basta metterne?

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 417
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da cervotto il Ven 18 Nov 2016, 16:54

    Digge77 ha scritto:
    cervotto ha scritto:Quando è pronta per il montaggio devi inamidarla, sciogli amido in acqua tiepida, lasciala a bagno parecchio, anche qualche ora, poi lascia asciugare "in verticale" come fosse già sull' albero. Appena è un poco umida stirala con ferro non troppo caldo, metti un panno tra ferro e vela. Vedrai che resta rigida, se non ti va lavala con acqua tiepida per togliere l' amido.

    Ciao cervotto,
    Grazie mille per l'informazione, ci proveremo Smile

    Stavo giusto leggendo che c'è chi usa acqua e colla vinilica proporzioni  1:1  .
    Però non capito se usano comunque anche il ferro da stiro.
    Come resa sapete com'è?

    Di amido quanto ne servirebbe?  C'è circa una proporzione o basta metterne?
    Per la colla vinilica non so, quando la spalmi si incollerebbe su quello che è appoggiata e quando la sollevi parte della colla resterebbe dove era la tela: Per l' amido ci dovrebbero essere le proporzioni per litri d' acqua sul contenitore, busta o scatola che sia.

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Ven 18 Nov 2016, 17:49

    cervotto ha scritto:
    Digge77 ha scritto:
    cervotto ha scritto:Quando è pronta per il montaggio devi inamidarla, sciogli amido in acqua tiepida, lasciala a bagno parecchio, anche qualche ora, poi lascia asciugare "in verticale" come fosse già sull' albero. Appena è un poco umida stirala con ferro non troppo caldo, metti un panno tra ferro e vela. Vedrai che resta rigida, se non ti va lavala con acqua tiepida per togliere l' amido.

    Ciao cervotto,
    Grazie mille per l'informazione, ci proveremo Smile

    Stavo giusto leggendo che c'è chi usa acqua e colla vinilica proporzioni  1:1  .
    Però non capito se usano comunque anche il ferro da stiro.
    Come resa sapete com'è?

    Di amido quanto ne servirebbe?  C'è circa una proporzione o basta metterne?
    Per la colla vinilica non so, quando la spalmi si incollerebbe su quello che è appoggiata  e quando la sollevi parte della colla resterebbe dove era la tela: Per l' amido ci dovrebbero essere le proporzioni per litri d' acqua sul contenitore, busta o scatola che sia.

    Infatti se ho ben capito non viene stesa su qualcosa ma appesa e tenuta tesa con l'aiuto di una qualche forma di contrappeso.
    Grazie per la dritta, appena finisco di posizionare il boma faccio qualche prova con l'amido
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1580
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 60
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Laerte il Ven 18 Nov 2016, 18:46

    Prima che sia asciutta applica la vela all'albero ed al boma, a quel punto decidi se la vuoi tesa o se la vuoi gonfiata dal vento. In questo caso falla asciugare con l'aiuto di un ventilatore che la tenga in forza fino a che sarà completamente asciutta. lo stesso lo fai con i fiocchi, con il genoa o con lo spinnaker (uno alla volta altrimenti la barca non la riacchiappi più!)
    Buon Vent(ilatore),
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Sab 19 Nov 2016, 13:47

    Ho trovato l'amido di mais, va bene o è meglio quello di riso?
    Sopra sono indicate le dosi per litro per fare le torte, se butta male mi do alla pasticceria Very Happy

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 417
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da cervotto il Sab 19 Nov 2016, 16:52

    L' amido va bene lo stesso qualunque sia, ma tu devi rendere rigida una vela non fare una torta. Quindi abbonda nella dose, e non fare torte, è MOOOLTO amaro!!

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Sab 19 Nov 2016, 18:17

    cervotto ha scritto:L' amido va bene lo stesso qualunque sia, ma tu devi rendere rigida una vela non fare una torta. Quindi abbonda nella dose, e non fare torte, è MOOOLTO amaro!!

    Laughing Laughing
    Ok ne metterò con decisione.
    Domani se riesco inizio a tagliare le vele poi faccio una prova su di un pezzo in avanzo

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Sab 19 Nov 2016, 20:55

    Mi era sfuggito un piccolo dettaglio...
    Ho aperto ora il sacchetto contenente il telo per le vele ed ho scoperto che è in materiale piuttosto lucido e soprattutto sintetico!
    Infatti ho trovato una nota nelle istruzioni che parla di acqua e vinavil e colpo di ferro da stiro con un panno.... dubito che l'amido qui funzioni.
    Quindi proverò con acqua e colla e se butta male faccio un salto al negozio qui vicino e cambio stoffa.
    Oggi ho preso le misure.. la vela più piccola è alta 110cm.
    La vela maestra è 535cm x 124cm

    Tanti auguri a me tanti auguri a me affraid Very Happy

    cervotto
    Capitano di fregata
    Capitano di fregata

    Cancro Tigre
    Numero di messaggi : 417
    Data d'iscrizione : 29.12.14
    Età : 79

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da cervotto il Sab 19 Nov 2016, 21:38

    Digge77 ha scritto:Mi era sfuggito un piccolo dettaglio...
    Ho aperto ora il sacchetto contenente il telo per le vele ed ho scoperto che è in materiale piuttosto lucido e soprattutto sintetico!
    Infatti ho trovato una nota nelle istruzioni che parla di acqua e vinavil e colpo di ferro da stiro con un panno.... dubito che l'amido qui funzioni.
    Quindi proverò con acqua e colla e se butta male faccio un salto al negozio qui vicino e cambio stoffa.
    Oggi ho preso le misure.. la vela più piccola è alta 110cm.
    La vela maestra è  535cm x 124cm

    Tanti auguri a me tanti auguri a me affraid Very Happy
    Su tessuti sintetici dubito che l' amido funzioni perché non potrebbe impregnare la tela. Sei sicuro di aver dato le misure giuste per le vele? 535cm sono 5METRI e 35cm!!!

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Sab 19 Nov 2016, 21:47

    cervotto ha scritto:
    Digge77 ha scritto:Mi era sfuggito un piccolo dettaglio...
    Ho aperto ora il sacchetto contenente il telo per le vele ed ho scoperto che è in materiale piuttosto lucido e soprattutto sintetico!
    Infatti ho trovato una nota nelle istruzioni che parla di acqua e vinavil e colpo di ferro da stiro con un panno.... dubito che l'amido qui funzioni.
    Quindi proverò con acqua e colla e se butta male faccio un salto al negozio qui vicino e cambio stoffa.
    Oggi ho preso le misure.. la vela più piccola è alta 110cm.
    La vela maestra è  535cm x 124cm

    Tanti auguri a me tanti auguri a me affraid Very Happy
     Su tessuti sintetici dubito che l' amido funzioni perché non potrebbe impregnare la tela.  Sei sicuro di aver dato le misure giuste per le vele? 535cm sono 5METRI e 35cm!!!

    Laughing mi è scappata la virgola. 53,5cm
    Eh infatti mi sa che tenterò con la colla

    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Mar 22 Nov 2016, 22:04

    Prova volante della vela che ho realizzato ieri sera...definirla avventura è riduttivo... per ora è solo in posizione con due fili,  non è fissata.
    Ho dovuto fare su una sorta di telaietto con quattro pezzi di legno che avevo in garage... inzuppato la tela con acqua e vinavil,  una strizzatina poi l'ho stesa tirandola il più possibile.
    Oggi era asciutta, ho ritagliato la tela e applicato lungo i bordi un nastro tesa bianco telato per simulare i rinforzi vari e il bordo della vela..la resa non è male.
    Non è perfetta ma cavolacci sono comunque stracontento!
    124cm x 54cm di vela non sono per niente facili da gestire, almeno per un neofita come me alla prima esperienza ....come prima volta sono proprio felice.
    Avanti con i lavori Smile
    Ora sarà da fissare all'albero maestro con filo e al boma mediante anelli di ottone.

    host immagini

    upload
    avatar
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2080
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 81
    Località : Genova
    Umore : allegro

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da IGianni Giordano il Mer 23 Nov 2016, 22:26

    Ho notato che nei modelli di yacht con vele di dimensioni notevoli, conviene mettere su il fiocco ed ammainare la vela e legarla al boma.Lo sguardo cade sullo scafo e le vele passano in secondo ordine.
    Prova. Ci vuole pochi minuti,
    avatar
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2080
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 81
    Località : Genova
    Umore : allegro

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da IGianni Giordano il Mer 23 Nov 2016, 22:56



    Una foto brutta ma solo per dare una spiegazione visiva
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1580
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 60
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Laerte il Gio 24 Nov 2016, 13:06

    Ottimo il consiglio di Gianni!
    Da parte mia ti consiglio di provare ad ammainare la randa in varie posizioni e poi decidere in quale posizione è più realistica.
    Ricordo che sul boma la randa viene ammainata a fisarmonica, credo anche nel 1934.
    Buon lavoro e buon vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Gio 24 Nov 2016, 13:28

    IGianni Giordano ha scritto:Ho notato che nei modelli di yacht con vele di dimensioni notevoli, conviene mettere su il fiocco ed ammainare la vela e legarla al boma.Lo sguardo cade sullo scafo e le vele passano in secondo ordine.
    Prova. Ci vuole pochi minuti,

    Ottima idea!! Farò certamente delle prove!!
    Quindi devo far scorrere la vela sull'albero e piegarla a fisarmonica sul boma.
    Poi faccio due legature passando sotto il boma, giusto?
    avatar
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2080
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 81
    Località : Genova
    Umore : allegro

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da IGianni Giordano il Ven 25 Nov 2016, 17:24

    Giustissimo.Sulle barche vere, qiando si ammainava, si predeva una cima e si legava la vela al bom come un salame.
    Invece dell'amido che è scomodo da usare, io uso con buoni risultati, uno di quei prodotti in bomboletta che usano le nostre donne per stirare.
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1580
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 60
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Laerte il Ven 25 Nov 2016, 18:48

    Facci vedere i risultati delle prove!!! Shocked
    Non ti scordar di noi!
    Buon Vento,
    Laerte Wink


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Digge77
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Cancro Serpente
    Numero di messaggi : 57
    Data d'iscrizione : 11.11.14
    Età : 40

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Digge77 il Mar 29 Nov 2016, 14:14

    Laerte ha scritto:Facci vedere i risultati delle prove!!! Shocked
    Non ti scordar di noi!
    Buon Vento,
    Laerte Wink

    Ciao Laerte,
    Tranquillo che non mi scordo di voi Very Happy
    Non ci ho ancora messo mano, appena faccio posto la foto
    avatar
    Laerte
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschile Vergine Scimmia
    Numero di messaggi : 1580
    Data d'iscrizione : 29.09.11
    Età : 60
    Località : TREVISO
    Umore : Ferreo

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Laerte il Mar 29 Nov 2016, 16:20

    Grazie, Giovanni, ci contiamo!
    Buon lavoro,
    Buon Vento,
    Laerte


    _________________
    NAVIS BONA DICITVR NON QVAE PRAETIOSIS COLORIBVS PICTA EST NEC CVI ARGENTEVM AVT AUREVM ROSTRVM EST, NEC CVIVS TVTELA EBORE CAELATA EST,NEC QVAE FISCIS ATQVE OPIBVS REGIS PRESSA EST,SED STABILIS ET FIRMA,ET IVNCTVRIS AQVAM EXCLVDENTIBVS SPISSA,AD FERENDVM INCVRSVM
    MARIS SOLIDA,GVBERNACVLO PARENS,VELOX ET NON SENTIENS VENTVM
    (Seneca - Epistola LXXVI)

    Una buona nave,dicono,non è quella dipinta con colori preziosi,con un rostro d'argento o d'oro,con l'immagine protettrice scolpita in avorio,oppure carica di tesori e di altre regali ricchezze,ma è la nave ben equilibrata e solida,con giunture saldamente connesse che non lasciano penetrare l'acqua,forte ai violenti colpi del mare,docile al timone,veloce e stabile al vento.


    Contenuto sponsorizzato

    Re: Endeavour 1934 Amati 1/35

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun 21 Ago 2017, 19:50