Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 98702 messaggi in 3230 argomenti

Abbiamo 6473 membri registrati

L'ultimo utente registrato è Renato rusconi


    conservazione del ciliegio

    ciccio talenti
    ciccio talenti
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Cavallo
    Numero di messaggi : 206
    Data d'iscrizione : 02.01.13
    Età : 53
    Località : roma
    Umore : nuvoloso

    conservazione del ciliegio Empty conservazione del ciliegio

    Messaggio Da ciccio talenti il Sab 07 Set 2013, 10:09

    Buongiorno a tutti.
    spero che qualcuno di Voi mi possa aiutare : un mio amico ha tagliato un albero di ciliegio e me lo ha regalato.
    Come va lavorato/trattato per poterlo conservare e farlo stagionare?
    Fra quanti anni lo potrò utilizzare?.
    Ogni info sarà gradita: per me non è la prima volta, è la 0.
    Grazie a tutti.
    IGianni Giordano
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2495
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 83
    Località : Genova
    Umore : allegro

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da IGianni Giordano il Sab 07 Set 2013, 11:47

    Il ciliegio non mi è mai capitato ma penso sia uguale alle altre essenze.
    Taglio il tronco in pezzi di circa un metro di lunghezza.
    Questi pezzi vanno segati per ottenere delle tavole. Solitamente uso lo spessore di due centimetri.
    Ottenute le tavole le metto a stagionare facendone una specie di pila ed interponendo fra una tavola e l'altra degli spessori di qualche centimetro ( sono pezzi di legno di scarto).
    Si lasciano così un paio di anni. Il luogo deve essere asciutto e ventilato.
    Ci vorrebbe però qualche contadino esperto nella potatura che sappia dire il ciliegio in quale mese si taglia e con quale luna.
    Sembra una stupidata ma se non si osservano queste regole, si formano tarme ed ancora tarme.
    Gianni Giordano
    ErPiotta71
    ErPiotta71
    Capitano di vascello
    Capitano di vascello

    Maschio Gemelli Maiale
    Numero di messaggi : 1053
    Data d'iscrizione : 24.02.11
    Età : 48
    Località : Civitavecchia (RM)

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da ErPiotta71 il Sab 07 Set 2013, 13:56

    Interessante quello di dover tagliare gli alberi in determinati periodi dell'anno per evitare le tarme!

    Le tavole da impilare, è meglio che siano messi in verticale anzichè orizzontale per evitare che si incurvino a causa della gravità terrestre?
    IGianni Giordano
    IGianni Giordano
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Toro Ratto
    Numero di messaggi : 2495
    Data d'iscrizione : 11.02.12
    Età : 83
    Località : Genova
    Umore : allegro

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da IGianni Giordano il Sab 07 Set 2013, 17:37

    Nooo Stefano.
    Le piante non sentono la gravità terrestre come noi esseri umani ma sentono le attrazioni della luna specie quando è bella piena . Per le piante ci vuole insomma una luna come quella che piace agli innamorati e lodata e cantata in tante canzoni.
    Gianni Giordano
    giampieroricci
    giampieroricci
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Dragone
    Numero di messaggi : 2225
    Data d'iscrizione : 04.12.09
    Età : 54
    Località : Martina Franca
    Umore : sereno!

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da giampieroricci il Sab 07 Set 2013, 21:39

    "La stagionatura ha le sue regole fisse, dalle quali non si può prescindere, se si vuole ottenere un legno ben stagionato, già altre volte avevo spiegato tutto il percorso, lo riassumo
    - l'albero va abbattuto a legno fermo, quindi, stagione invernale, quando ha meno linfa, e a luna calante, per la tarlatura
    -l'albero deve essere sano, quindi, un albero già secco ha già innescato un processo degenerativo di muffe e parassiti che ne comprometteranno la qualità
    -la segagione delle tavole, esistono vari metodi, quello di ricavare le tavole radialmente è il mnetodo che deforma meno il legno in fase di ritiro
    -è buona norma tagliare le tavole dello spessore di 5-6 cm, il legno si deforma meno, la stagionatura è più lenta, quindi, migliore, poi, si possono segare tavole anche spesse 2 cm, si avrà più sciupo
    -Per quanto riguarda lo scortecciamento preventivo del legno, non c'è una regola fissa, c'è chi scorteccia, per evitare l'insinuarsi di insetti tra la corteccia e l'alburno, c'è chi lascia la corteccia, come prevenzione ad eventuali fenditure, personalmente non scorteccio, ed ho avuto ottimi risultati, anche nelle segherie ho visto lasciare spesso la corteccia, comunque, ognuno si attiene a delle regole tramandate che si ritengono le migliori
    -la lunghezza può anche variare, resta il fatto che, una volta stagionato il legno, un conto è lavorare e piallare tronchetti, un conto è lavorare e piallare tavole
    -le tavole vanno sovrapposte una sull'altra, con separatore da 1 cm, possibilmente legate insieme col filo di ferro.
    -i luogo deve essere sollevato da terra sempre per la questione insetti e muffe, almeno di 40 cm, poste in luogo areato, coperte solo sopra
    -la stagionatura avviene in virtù di 1 mm al mese, 12 mm l'anno, una tavola di 5 cm, abbisogna di almeno 4 anni, io le faccio stagionare di più
    veniamo adesso alla questione , il legno, tagliato in tronchetti di 30 cm  da un'albero già secco prima di tagliarlo, seccati vicino ad una fonte di calore, sovviene a tutte le regole basilari della stagionatura, i tronchetti , a prescindere dal metodo, si fenderanno ulteriormente, rendendo il legno poco utilizzabile, in pratica, sarà più quello che butti via, di quello che usi, già in condizioni normali, con tavole di alberi da frutto, hai uno sciupo del 40%, durante la piallatura di tavolette lunghe 30-40 cm, col morso della pialla, avrai le estremità da scartare
    Sul fatto che anche un legno stagionato possa essere attaccato da parassiti, è vero se viene stoccato in luogo non idoneo, poi, tutto succede nella vita
    "

    Questo scritto, non è certo opera mia ma dell'amico Tiziano Mainardi, in un post che tratta di stagionatura...
    Spero non si arrabbi se l'ho copiato qui, ma penso che sia davvero interessante!


    _________________

    Eta_Beta
    Eta_Beta
    Admin
    Admin

    Maschio Gemelli Maiale
    Numero di messaggi : 2942
    Data d'iscrizione : 19.11.11
    Età : 48
    Località : Trento
    Umore : Buono, a giorni alterni!

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da Eta_Beta il Dom 08 Set 2013, 07:30

    Bravo Gianpiero conservazione del ciliegio 1797121881


    _________________
    "Se cerchi una mano disposta ad aiutarti, la trovi alla fine del tuo braccio." - Confucio


    http://www.modellistinavali.com conservazione del ciliegio 20120307_ribbonmarines_big
    ciccio talenti
    ciccio talenti
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Acquario Cavallo
    Numero di messaggi : 206
    Data d'iscrizione : 02.01.13
    Età : 53
    Località : roma
    Umore : nuvoloso

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da ciccio talenti il Dom 08 Set 2013, 11:33

    Buongiorno
    grazie 1000 a tutti.
    L'augurio è per una serena domenica.
    Grazie ancora.
    assoaspide
    assoaspide
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Gemelli Scimmia
    Numero di messaggi : 166
    Data d'iscrizione : 10.04.14
    Età : 51

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da assoaspide il Gio 11 Set 2014, 21:50

    ATTENZIONE SE SI LEVIGA IL LEGNO DEL CILIEGIO BISOGNA INDOSSARE UNA MASHERINA PERCHE LA POLVERE È NOCIVA PER I POLMONI,MOLTO NOCIVA!

    ________________________________________________________________________
    EDIT Ammiraglio:
    Ti chiedo gentilmente Riccardo di non postare in Rosso,in verde o in Blu.
    Sono colori che servono per la moderazione.

    Grazie.

    Ciao Rocco
    _________________________________________________________________________


    _________________
    conservazione del ciliegio Logo2120

    Riccardo
    Eta_Beta
    Eta_Beta
    Admin
    Admin

    Maschio Gemelli Maiale
    Numero di messaggi : 2942
    Data d'iscrizione : 19.11.11
    Età : 48
    Località : Trento
    Umore : Buono, a giorni alterni!

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da Eta_Beta il Gio 11 Set 2014, 22:25

    Tutti i legni duri sono cancerogeni. Il limite delle polveri per non incorrere in problemi di natura più o meno seria è 5 mg/metro cubo. Il tuo consiglio è sicuramente valido ma andrebbe approfondito. Si trova molta letteratura sull'argomento. Wink

    Paolo


    _________________
    "Se cerchi una mano disposta ad aiutarti, la trovi alla fine del tuo braccio." - Confucio


    http://www.modellistinavali.com conservazione del ciliegio 20120307_ribbonmarines_big

    Contenuto sponsorizzato

    conservazione del ciliegio Empty Re: conservazione del ciliegio

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Sab 16 Nov 2019, 22:07