Modellisti Navali

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account,puoi Registrarti cliccando su "Registrare"........sarai il Benvenuto su Modellisti Navali.com

Buon Modellismo!

Forum di Modellismo Navale

La Community del Modellismo Navale a 360°

Ultimi argomenti

Navigazione

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 

Statistiche

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 98601 messaggi in 3225 argomenti

Abbiamo 6469 membri registrati

L'ultimo utente registrato è Alesanremo


    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    tarloinfrack
    tarloinfrack
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.06.12
    Età : 72
    Località : Pordenone
    Umore : Disponibile

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da tarloinfrack il Lun 02 Lug 2012, 23:50

    Piccola guida di restauro e di consequenza uso della gommalacca per verniciare il legno.
    Premesso che ogni restauratore ha un suo metodo e un uso di materiali che a volte tiene nascosto ai più, alcune cose sono note, poi ci sono on line guide a non finire sull'argomento, ma ho visto che all'interno del Forum si parla spesso di verniciare i modelli con gommalacca, mi permetto di lasciare qualcosa su questa colorazione per lo più sui mobili antichi, nulla di chè, solo esperienze personali.
    La gommalacca viene dall'india per la maggior parte, è una sostanza che viene rilasciata sugli alberi da un insetto, dopo la raccolta e il trattamento, la troviamo in commercio a scaglie, quella normale (la migliore chiamata angelo, forse per il suo colore biondo), l'altra decerata.
    In commercio la troviamo anche pronta.
    La gommalacca viene sciolta in alcool(non serve alcool puro quello per i liquori per intenderci), ma quello normale (denaturato rossiccio), l'importante che sia di una gradazione superiore al 95%. si scioglie circa 250 -300 grammi in 1 litro di alcool, si lascia riposare, dopo sciolta, si passa su un colino per togliere le eventuali impurità, quindi si usa.
    Bene, il mobile che andiamo a restaurare sarà sverniciato con uno sverniciatore (in questo caso riportiamo il mobile allo stato primitivo, alcuni usano l'ammoniaca, altri usano la stessa ammoniaca con acqua ossigenata a 130 volumi,altri ancora soda caustica(Idrato di sodio). Va da se che quando si usano questi ultimi il mobile va lavato con molta acqua. A dire il vero la soda si usa poco se non in casi estremi sfibra il legno moltissimo e se non si sta attenti brucia e scurisce il legno. l'ammoniaca sgrassa più che altro, l'acqua ossigenata e l'ammoniaca insieme va molto bene per i mobili impregnati e quelli colorati con colori naturali (sbianca molto). Inutile dire che in qualsiasi caso si usano delle protezioni (Maschere per la respirazione, guanti che proteggono le mani e infine camici adatti)per la persona e che il tutto viene fatto in luoghi aerati e possibilmente all'aperto.Una volta sverniciato il mobile viene restaurato cioè si ricostruiscono le parti mancanti, si sostituiscono quelli più rovinati insomma si restaura la parte della falegnameria, va da se che le parti che andiamo a restaurare vanno preferibilmente eseguite con la stessa essenza del legno originale (noce, noce - abete, abete - faggio, faggio), almeno per quanto è possibile o un tipo di legno che si avvicina per venature e colore.I restauratori spesso hanno del legname vecchio che serve appunto per questo lavoro.
    Bene dopo aver sostituito e fatto il tutto dimenticavo un discorso a parte andrebbe fatt per i mobili inpiallacciati (cioè ricoperti di piallaccio un foglio di legno che non supera il millimetro), la cosa è un pò più complessa, si staccano le parti rovinate con un ferro da stiro e si sostituiscono le piccole parti incollandolo a caldo con il ferro con della colla a caldo (di pesce, di conoglio ecc).
    Dopo il mobile viene trattato con antitarlo, quelli di oggi sono inodori, comunque sempre meglio farlo in luogo aerato e formato da un veicolante petrolio inodore e perpetrina il più delle volte. Viene dato sul mobile tutto in tutte le sue parti e si lascia ad asciugare, possiamo coprirlo o no a discrezione di dove ci troviamo, per i mobili di pregio e di valore si usa rivolgersi a ditte specializzate che usano una camera a gas.
    Bene una volta asciutto una piccola fregata con carta vetro fina 180 - 220 senza esagerare.
    Come ho detto prima ognuno ha una sua tecnica particolare, c'è chi riporta il mobile come la prima volta, chi lascia le parti restaurate visibili e chi lascia il mobile così comè perchè magari vuole usare tecniche particolari.
    Tornando al modo tradizionale, diamo alcune mani di gommalacca, bastano due a pennello sul mobile, si prepara lo stucco per chiudere le imperfezioni del legno e i buchi dei tarli. Lo stucco è quello normale da legno bianco, colorato con le terre, cerchiamo di colorarlo nel colore più vicino a quello del legname che abbiamo davanti (il mobile). poi chiudiamo i buchi, quindi dopo asciugato carteggiamo con cartavetro 180-220. Il mobile a questo punto può essere verniciato con la gommalacca a tampone (Una palla di cascame, coperto da uno straccio di cotone fino, precedentemente affogato nella gommalacca, e strizzato in seguito, lo conserveremo in un barattolo ermetico, si servirà più volte).
    Il luogo della verniciatura dovrebbe essere privo di polvere, non umido e di una temperatura di almeno 18-22 gradi.
    Cominciamo nel colorare passando il tampone con mano leggera, imbeviamo a pelo sulla gommalacca il tampone poi lo passiamo sul mobile stando attenti a non forzare mai la mano per non bruciare la gommalacca e seguendo il più possibile il verso delle venature del legno.
    Quando ci accorgiamo che si è depositato una giusta parte di gommalacca, lasciamo asciugare e riposare il mobile.
    In seguito prepareremo del colorante di anilina ad alcool che ci servirà per le correzioni di colore, lo possiamo dare con un pennellino per piccole parti o con un tampone in una mano e una pezzuola imbevuta di alcool nell'altra, con una mano passiamo l'anilina, con l'altra passiamo l'alcool, ed ogni volta ripassiamo con il tampone la gommalacca.
    Quando abbiamo raggiunto il colore desiderato lasciamo asciugare il tutto.
    Alcuni per colorare usano una spece di vernice anticante, che si passa sulla gommalacca e dopo alcuni secondi o più viene tolta con uno straccio, anche qui si passa in seguito la gommalacca.
    Si prende della paglietta finissima e si passa sul mobile con mano leggerissima, quindi si spalma di cera con un vecchio pennelo o con una spugna, (C'è ne sono di vari tipi, quasi tutte comunque con cera d'api, cera carnauba, paraffina e essenza di trementina in varie proporzioni), si lascia riposare, quindi si lucida con un panno di lana.
    Abbiamo il nostro mobile di un bel colore caldo ne lucido, ne opaco, al tatto un senso di compattezza e di antico.
    Per i mobili in radica il più delle volte si usa la gommalacca alla nitrocellulosa la troviamo già pronta, essa invece è lucidissima.viene data anche questa a tampone.
    Eta_Beta
    Eta_Beta
    Admin
    Admin

    Maschio Gemelli Maiale
    Numero di messaggi : 2942
    Data d'iscrizione : 19.11.11
    Età : 48
    Località : Trento
    Umore : Buono, a giorni alterni!

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Eta_Beta il Mar 03 Lug 2012, 09:00

    A me hanno sempre detto di non usare l'alcool denaturato perchè altera il colore del legno.

    In effetti se ne metti un po' su una superficie chiara e lo lasci evaporare completamente ti ritrovi una bella macchia rosa.

    Paolo


    _________________
    "Se cerchi una mano disposta ad aiutarti, la trovi alla fine del tuo braccio." - Confucio


    http://www.modellistinavali.com Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile 20120307_ribbonmarines_big
    tarloinfrack
    tarloinfrack
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.06.12
    Età : 72
    Località : Pordenone
    Umore : Disponibile

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da tarloinfrack il Mar 03 Lug 2012, 23:34

    Ciao
    Non per contrariarti ma non ho visto nessun restauratore usare alcool al 95-99% non denaturato.
    In quanto alla macchia rosa non credo si noti molto dopo avergli dato la gommalacca, visto che incolore non è, da comunque un colore miele più o meno carico a seconda dell'essenza del legno esempio se è cigliegio ovvio che sia rosso, un po sul marrone sul noce, miele sul pino, etc etc.
    Se poi vogliamo usare l'alcool puro nessuno c'è lo vieta, ma credo che il suo costo non è proprio basso, del resto avevo anticipato che ognuno dei restauratori usa una tecnica tutta sua. Poi bisogna considerare la quantità di gommalacca che usa un restauratore e quella che usa un modellista come noi, proporzioni assolutamente improponibili.
    Luca65
    Luca65
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Scorpione Serpente
    Numero di messaggi : 583
    Data d'iscrizione : 10.10.11
    Età : 54
    Località : Firenze
    Umore : Dipende dalla cervicale

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Luca65 il Mer 04 Lug 2012, 12:23

    Ciao Tarlo,
    Bella spiegazione, io ho fatto pochi restauri con la gommalacca ma ho raggiunto accettabili risultati anche senza poi levigare e cerare, ho sempre comunque usato alcool puro anche per pulire o togliere la vecchia verniciatura.


    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Dsc06110


    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Dsc06111
    tarloinfrack
    tarloinfrack
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.06.12
    Età : 72
    Località : Pordenone
    Umore : Disponibile

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da tarloinfrack il Mer 04 Lug 2012, 18:52

    Bello non c'è che dire. Anche io mi sono dilettato in questo campo, avevo un amico restauratore e andavo spesso a trovarlo, con gli occhi praticamente rubavo quelle cose essenziali che bisogna sapere,anche se devo dire che a volte vedevo dei mobili veramente diroccati, che lui rmetteva a posto in maniera egregia, devo dire che mi ha affascinato per molto tempo questa "Arte" e quei pochi mobili (vecchi, di antico poco),che ho in casa, li ho restaurati personalmente, è ovvio che nel modo di restaurare almeno all'inizio veniva da quello che lui faceva, poi ovviamente io come tutti sperimentavo delle cose diverse, più o meno buone, ma alla fine è il risultato quello che conta credo.
    Albatros
    Albatros
    Ammiraglio
    Ammiraglio

    Maschio Gemelli Dragone
    Numero di messaggi : 2813
    Data d'iscrizione : 29.06.09
    Età : 55
    Località : Sant'Angelo Romano
    Umore : ma..... dipende

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Albatros il Mer 04 Lug 2012, 19:45

    Per far perdere il colore rosso all'Alcool è sufficiente lasciarlo una mesata esposto alla luce del sole.
    Comunque io ho trovato in ferramenta una soluzione apposita per sciogliere la Gommalacca, non ricordo il costo ma non veniva molto.

    Mauro
    tarloinfrack
    tarloinfrack
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.06.12
    Età : 72
    Località : Pordenone
    Umore : Disponibile

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da tarloinfrack il Mer 04 Lug 2012, 22:52

    So che esiste, ma io non l'ho mai trovato, però ti posso assicurare Albatros che il colore dell'alcool non cambia per niente il fine del suo uso, l'ho usato e visto usare che a volte mi ubriacavo a sentire il suo odore. Del resto per correggere il colore di un mobile che tende al rosso e non ci piace, nessuno ci vieta di passare dell'anilina nera, convertiamo il rosso in marrone, certo bisogna stare attenti, ma si può fare. Del resto credo che se sentiamo tutti ognuno ha messo e mette del proprio nelle sue cose, una spece di imprimatur.
    Eta_Beta
    Eta_Beta
    Admin
    Admin

    Maschio Gemelli Maiale
    Numero di messaggi : 2942
    Data d'iscrizione : 19.11.11
    Età : 48
    Località : Trento
    Umore : Buono, a giorni alterni!

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Eta_Beta il Mer 04 Lug 2012, 23:17

    Adalberto, forse sulla gommalacca normale non cambia molto, sulla decerata un pochino di più (questo a detta di un mio parente che usava in età lavorativa questi prodotti). Se interessa posso indicare (via MP) un negozio on line che lo tratta. Si tratta di una soluzione alcolica a 99,9° incolore, pensata appositamente per la diluizione della gommalacca e altre resine.

    Paolo


    _________________
    "Se cerchi una mano disposta ad aiutarti, la trovi alla fine del tuo braccio." - Confucio


    http://www.modellistinavali.com Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile 20120307_ribbonmarines_big
    tarloinfrack
    tarloinfrack
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Capricorno Cane
    Numero di messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.06.12
    Età : 72
    Località : Pordenone
    Umore : Disponibile

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da tarloinfrack il Gio 05 Lug 2012, 06:30

    Ti ringrazio molto Eta_beta, ma non la uso ormai come prima.
    Ora la uso per invecchiare il legno per le casette dei diorami e qui non serve una precisione estrema.
    https://www.youtube.com/watch?v=R_jGe7XrLj4&feature=youtu.be
    Bruno49
    Bruno49
    Guardia Marina
    Guardia Marina

    Maschio Ariete Bufalo
    Numero di messaggi : 19
    Data d'iscrizione : 22.01.12
    Età : 70
    Località : Padova
    Umore : di solito buono

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Bruno49 il Gio 05 Lug 2012, 07:28

    Che bello il borgo !

    Hai per caso fatto un post di costruzione? Mi piacerebbe proprio vedere le tecniche di costruzione.

    Un saluto
    Luca65
    Luca65
    Gruppo Modellisti Navali
    Gruppo Modellisti Navali

    Maschio Scorpione Serpente
    Numero di messaggi : 583
    Data d'iscrizione : 10.10.11
    Età : 54
    Località : Firenze
    Umore : Dipende dalla cervicale

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Luca65 il Gio 05 Lug 2012, 10:10

    Bel lavoro davvero il tuo borgo, a quello che hai detto aggiungerei che oltre al risultato l'importante è la soddisfazione personale che è quella che ci da lo stimolo per creare i nostri modelli.

    Luca

    Contenuto sponsorizzato

    Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile Empty Re: Colorare con la gommalacca - restaurare un mobile

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar 12 Nov 2019, 14:42